Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

  

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

ramadàn, sm. invar. Nono mese del calendario musulmano, dedicato al digiuno. 
Ramadi Città (137.000 ab.) dell'Iraq, sul fiume Eufrate. Capoluogo del governatorato di Anbar. 
ramages, sm. Disegno a rami e fiori su carta da parati. 
ramàglia, sf. Insieme di rami secchi. 
ramàio, sm. Artigiano che lavora il rame. 
ramaiòlo, sm. Arnese da cucina a forma di cucchiaio, ma più grande. ~ mestolo. 
Raman, Chandrasekhara Venkata (Trichinopoly 1888-Bangalore 1970) Fisico indiano, premio Nobel nel 1930. Effettuò studi sui raggi X e sui fenomeni ottici nei fluidi. 
Effetto Raman 
Fenomeno per cui nella luce diffusa da una particella sono presenti frequenze diverse da quella incidente; si osserva nel passaggio di un raggio luminoso attraverso un mezzo materiale. 
Ramanathapuram Distretto (2.860.000 ab.) dell'India, nello stato di Tamil Nadu. Capoluogo Madurai. 
ramanzìna, sf. Severo rimprovero. ~ paternale. 
ramapitèci Primati vissuti nel Miocene e nel Pliocene. 
ramàre, v. tr. 1 Coprire con uno strato di rame. 2 Dare alle viti o ad altre piante il solfato di rame. 
ramàrro, sm. Rettile (Lacerta viridis) della famiglia dei Lacertidi e dell'ordine degli Squamati. Di colore verde smeraldo negli esemplari maschi, misura anche 40 cm. La femmina si mimetizza con l'ambiente. Il ramarro è avido di cibo ed è un accanito cacciatore di insetti, molluschi e vermi. Alla fine del letargo invernale, dopo una furiosa lotta tra i maschi rivali, si compiono l'accoppiamento e la deposizione delle uova. Sovente tali lotte d'amore sono accompagnate dalla perdita della coda, che comunque si riproduce molto presto e con dimensioni quasi uguali a quelle primitive. Il ramarro, intelligente e vivace, si addomestica facilmente. 
Ramàt Gan Città (123.000 ab.) di Israele, nel distretto di Tel Aviv. 
ramàto, agg. Ricoperto di un sottile strato di rame. 
ramatùra, sf. 1 Il ramare. 2 L'insieme dei rami di un albero. 
Ramayana Poema indiano in lingua sanscrita, redatto probabilmente nel I sec. a. C. per celebrare le gesta di Rama che libera la moglie Sita, imprigionata nell'isola di Ceylon (Lanka) da Ravana; attribuito a Valmiki, consta di sette libri e 24.000 strofe. Assieme al Mahabharata è la maggiore espressione dell'epica indiana. 
ramàzza, sf. 1 Nel gergo militare, scopa usata per pulire cortili e simili. ~ scopa. 2 Soldato addetto a ramazzare. 
ramazzàre, v. tr. Scopare con la ramazza. ~ spazzare. 
Ramazzìni, Bernardìno (Carpi 1663-Padova 1714) Medico. Padre della medicina del lavoro, scrisse De morbis artificum diatriba (1713). Insegnò a Modena e a Padova. Descrisse le malattie che affliggevano gli operai identificando in molti casi il rapporto di causa effetto tra le condizioni di lavoro e la patologia. 
Ramazzòtti, Èros (Roma 1963-) Cantante. Vincitore del festival di Sanremo nel 1984 nelle nuove promesse con uno dei suoi brani migliori, Terra promessa. Due anni dopo ha vinto il festival con Adesso tu. Fra gli album Musica (1988), In ogni senso (1990), Tutte storie (1993), Dove c' musica (1996). 
<< indice >>