Home page
Arrivabène, Giovànni (Mantova 1787-Roma 1881) Politico. Nel 1821 venne arrestato dagli austriaci e costretto all'esilio: visse così dal 1822 al 1859 tra Inghilterra e Belgio. Nominato senatore nel 1860, scrisse importanti Memorie (1879-1884). 
arrivàre, v. intr. 1 Giungere a un luogo stabilito. ~ pervenire. <> partire. 2 Conquistare il successo. ~ Affermarsi. <> fallire. 3 Giungere a un determinato punto o livello. le spese arrivarono a centomila lire a testa. 4 Di evento, capitare. ~ succedere. 5 Spuntare. ~ piombare. 
non ci arrivo, non capisco; si arrivato a dire, si è osato perfino. 
arrivàto, agg. e sm. agg. Che si è affermato. 
sm. Pervenu. 
arrivedérci, inter. e sm. inter. Formula di saluto usata nel congedarsi da qualcuno. ~ a presto, ciao. 
sm. Saluto che presuppone o auspica un nuovo incontro. 
arrivìsmo, sm. Atteggiamento di chi vuol raggiungere il successo a tutti i costi. 
arrivìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) Chi vuol raggiungere il successo a tutti i costi. ~ carrierista. 
arrivìstico, agg. Caratterizzato da arrivismo. 
arrìvo, sm. 1 Il raggiungimento della meta. ~ destinazione. 2 La merce di cui un negozio si è recentemente fornito. ~ novità. 3 Luogo dove termina una gara sportiva. ~ traguardo. 4 Comparsa. ~ venuta. <> partenza. 
arroccaménto, sm. 1 L'arroccare, l'arroccarsi; chiudersi in sé stessi. 2 Nel gioco degli scacchi, l'arrocco. 3 Nella tecnica militare, linea di difesa parallela all'andamento del fronte. 
arroccàre, v. v. tr. 1 Nel gioco degli scacchi procedere a un arrocco. 2 Muovere le truppe lungo le linee interne al fronte. 3 Mettere al riparo, al sicuro. 
v. rifl. Mettersi in una posizione ben protetta. ~ ripararsi, trincerarsi. <> effettuare una sortita, uscire. 
arròcco, sm. Negli scacchi, spostamento simultaneo della torre e del re. 
arrochiménto, sm. Raucedine. ~ affiochimento. 
arrochìre, v. v. tr. Rendere roco. 
v. intr. Divenire roco. 
arrochìto, agg. Fioco per raucedine o per la distanza. ~ rauco, roco. <> limpido, squillante. 
arrogànte, agg., sm. e sf. Che dimostra arroganza; insolente, presuntuoso. ~ sfrontato. <> gentile, modesto. 
arrogànza, sf. Atteggiamento arrogante e presuntuoso. ~ tracotanza. <> modestia. 
arrogàre, v. v. tr. Rivendicare qualcosa che non spetta. 
v. intr. pron. Attribuirsi, usurpare. ~ pretendere. 
arrogazióne, sf. Nel diritto romano, adozione da parte di un pater familias di un altro pater familias che poneva quest'ultimo con i suoi figli e i suoi beni sotto la patria potestà del primo. 
arrogazióne, sf. Nel diritto romano, adozione da parte di un pater familias di un altro pater familias che poneva quest'ultimo con i suoi figli e i suoi beni sotto la patria potestà del primo. 
arroncigliàre, v. tr. 1 Torcere, fasciare. ~ avvolgere. 2 Raggrinzire. ~ increspare. 3 Afferrare con il ronciglio.