Home page
rifilatrìce, sf. Macchina per rifilare. 
rifilatùra, sf. 1 Il rifilare. 2 Orlatura sottile, profilatura. 
rifìlo, sm. Nell'industria cartacea, scarto di carta che viene prodotto durante la rifilatura. 
rifinìre, v. v. tr. 1 Finire nuovamente. 2 Perfezionare. ~ lustrare. 
v. intr. Soddisfare del tutto. 
rifinitézza, sf. L'essere rifinito e curato con precisione. 
rifinìto, agg. Finito con precisione. 
rifinitóre, sm. (f.-trìce) Operaio che perfeziona un lavoro. 
rifinitùra, sf. 1 Il rifinire. 2 Guarnizione. ~ particolare, dettaglio. 
rifioriménto, sm. Il rifiorire. 
rifiorìre, v. v. tr. Fare fiorire. 
v. intr. 1 Tornare a fiorire. 2 Riprendere vigore, energia. ~ rinascere, rinvigorirsi. <> appassire, sfiorire. i commerci stavano cominciando a rifiorire dopo la crisi della guerra
rifiorìta, sf. Nuova fiorita. 
rifioritùra, sf. Nuova fioritura. ~ rinascita, ripresa. 
rifiutàbile, agg. Che si può o si deve rifiutare. 
rifiutàre, v. v. tr. 1 Ricusare. ~ negare. <> acconsentire. 2 Non concedere. 3 Non accettare. rifiutava ogni nuova proposta di lavoro
v. intr. Non voler accettare. 
v. rifl. Opporre un rifiuto. ~ opporsi. <> accettare. si rifiutava di partecipare per una questione di principio
rifiùto, sm. Negazione di chi respinge o non accetta qualcosa. ~ no. <> accettazione. 
riflessióne, sf. 1 In fisica fenomeno in base a quale le onde elastiche ed elettromagnetiche sono respinte quando incidono su una superficie. 2 Processo mentale con il quale si riflette. ~ elucubrazione. 
Riflessioni o sentenze e massime morali Prosa di F. de La Rochefoucauld (1664). 
Riflessioni su Christa T. Romanzo di Ch. Wolf (1968). 
riflessività, sf. 1 L'essere riflessivo. 2 Disposizione alla riflessione. 
riflessìvo, agg. 1 Abituato a riflettere. ~ assennato. <> irriflessivo. persona riflessiva. 2 Detto di verbo in cui l'azione si riflette sul soggetto stesso. 3 In matematica, proprietÓ riflessiva, dell'uguaglianza.