Home page
rilàscio, sm. Il rilasciare. 
rilassaménto, sm. 1 Il rilassare e il rilassarsi. 2 Cedimento di un tessuto muscolare. ~ indebolimento. <> indurimento. 
rilassàre, v. v. tr. 1 Allentare la tensione. quella passeggiata riuscģ a rilassarlo. 2 Riposare. 3 Rendere più debole, fiacco. rilassare la disciplina
v. rifl. Distendersi. ~ rasserenarsi. <> tendersi. aveva bisogno di rilassarsi dopo una giornata di lavoro. 
rilassatézza, sf. L'essere rilassato. 
rilassàto, agg. Allentato. 
rilassatóre, agg. (f.-trìce) Che rilassa. 
rilegàre, v. tr. 1 Legare nuovamente. 2 Cucire i libri e ricoprirli. 
rilegàto, agg. 1 Legato di nuovo. 2 Di pietra preziosa, incastonato. 3 Nell'industria grafica, che è stato sottoposto alla rilegatura. 
rilegatóre, sm. (f.-trìce) Chi rilega libri. 
rilegatùra, sf. 1 Il rilegare i libri, il modo. 2 Legatura. 
rilèggere, v. tr. Leggere nuovamente. 
Rileggere Proust Opera di critica letteraria di G. Debenedetti (postuma 1982). 
rilènto, avv. Con molta lentezza. 
rilettùra, sf. Il rileggere. 
rilevàbile, agg. Che si può rilevare. 
rilevaménto, sm. L'azione e il modo del rilevare. 
rilevànte, agg. Notevole, importante. 
rilevànza, sf. Importanza. 
rilevàre, v. v. tr. 1 Levare nuovamente. 2 Mettere in evidenza. ~ evidenziare, far risaltare. <> omettere. 3 Dedurre. non era in grado di rilevare il senso di quel gesto. 4 Determinare la posizione o una misura di grandezza. 5 Subentrare al posto di qualcuno. ~ sostituire. 6 Comprendere. 
v. intr. pron. Alzarsi, levarsi nuovamente. 
rilevatàrio, sm. Chi rileva o subentra a un altro.