Home page
Artibonite Dipartimento (962.000 ab.) di Haiti, capoluogo Gonaïves. 
Artibonite 
Fiume (250 km) di Haiti, nell'isola di Hispaniola. 
àrtico, agg. e sm. agg. Del Nord; della regione intorno al Polo Nord. ~ settentrionale, boreale. <> meridionale, australe. 
sm. Il polo Nord e la zona geografica circostante. <> antartico. 
Àrtico Americàno Arcipelago del Canada, costituito da isole artiche, pressoché corrispondente al distretto canadese di Franklin, nei Territori del Nord-Ovest. 
Àrtico, mare o mare Glaciale Mare mediterraneo che dipende dall'oceano Atlantico; la sua superficie totale attorno al Polo è di oltre 14 milioni di km2, la profondità massima è di 5.450 m a nord delle isole Svalbard. È delimitato da parecchi mari costieri e insulari: mare di Barents, mar Bianco, mare di Kara, mare dei Laptev, della Siberia orientale, dei Cukci, di Beaufort, il Melville Sound, baia di Baffin, mare di Groenlandia. Comunica con l'oceano Atlantico grazie a una vasta area che si apre tra Norvegia e Groenlandia, e ai molti canali marittimi dell'Arcipelago canadese; comunica anche con l'oceano Pacifico attraverso lo stretto di Bering. La superficie, in seguito alle basse temperature (dovute alle correnti gelide) e alla bassa salinità (inferiore al 2%) è permanentemente ricoperta da uno strato ghiacciato (banchisa) il cui spessore varia tra i 2 e i 4 m. 
articolàre, agg. e v. agg. Delle articolazioni del corpo. 
v. tr. 1 Muovere gli arti attorno alle articolazioni. 2 Pronunciare in modo chiaro e distinto. ~ scandire. mio figlio comincia ad articolare qualche parola. 3 Strutturare un discorso. ~ organizzare. 4 Suddividere, scindere. ~ frazionare. articolare una relazione in vari punti
v. rifl. e intr. pron. 1 Di parti del corpo, congiungersi in un'articolazione. 2 Distinguersi in parti. il discorso si articoḷ in tre parti
articolàto, agg. e sm. agg. 1 Detto di preposizione unita con un articolo; per esempio la preposizione articolata dello è composta da di + lo. 2 Flessibile, snodato. ~ snodabile. 3 Di discorso, ben congegnato. ~ strutturato. 4 Di pronuncia, distinto. ~ chiaro. 5 Complesso. <> semplice. 
sm. Autotreno. ~ tir. 
articolazióne, sf. 1 Insieme delle parti che uniscono due o più ossa in modo tale che i segmenti del corpo abbiano un determinato grado di mobilità. 2 Collegamento mobile di due parti meccaniche continue. ~ giuntura. 3 Suddivisione. ~ scansione. 
articoléssa, sf. Articolo di giornale scritto in fretta oppure di poco interesse. 
articolìsta, sm. e sf. Chi scrive articoli di giornale. 
artìcolo, sm. 1 Parte variabile del discorso premessa al nome per determinarlo. 2 Scritto di vario argomento per un giornale o rivista. ~ servizio. l'articolo gli valse il premio Pulitzer. 3 Ogni suddivisione di un testo normativo. 4 Tipo di oggetto in vendita. ~ pezzo. articolo sanitario, sportivo. 5 Di legge, capitolo. ~ parte. 
Àrtide Complesso dei mari e delle terre localizzati attorno al Polo Nord, altrimenti detti regioni artiche, e convenzionalmente compresi entro il circolo polare artico oppure, secondo un'altra definizione, entro l'isoterma di 10 °C del mese più caldo e all'interno del 70° parallelo nord. Non si tratta di un continente a se stante, ma di terre aggregate ai continenti adiacenti; al settore euroasiatico appartengono la Lapponia settentrionale, le isole Jan Mayen e Svalbard (norvegesi), la Novaja e la Severnaja Zemlja, la Terra di Francesco Giuseppe, l'Arcipelago della Nuova Siberia, l'isola di Wrangel, la Siberia settentrionale (russa). Al settore americano appartengono la Groenlandia (danese), l'Isola maggiore, l'Arcipelago canadese e alcuni territori continentali del Canada settentrionale e dell'Alaska. Le temperature sono rigide durante tutto l'anno, con medie attorno ai-30 °C e con minime di-60/70 °C. Raramente la temperatura sale al di sopra dello zero. Le precipitazioni, piuttosto scarse, hanno in prevalenza carattere nevoso; i venti spirano forti e freddissimi. Il territorio è solcato dai tratti finali, gelati per buona parte dell'anno, di qualche grande fiume, come l'Ob, lo Jenisej e la Lena, nel settore asiatico, il Mackenzie, in quello americano. Molti i ghiacciai, in particolare in Groenlandia, che spesso si spaccano in giganteschi iceberg. La vegetazione è molto povera (tundra) e presenta solo specie di muschi e licheni; ricca e varia la fauna, rappresentata da Mammiferi (renne, orsi bianchi, foche, trichechi, ermellini, volpi azzurre ecc.), Uccelli, per lo più marini, Crostacei e Pesci. Il sottosuolo è ricco di giacimenti minerari (carbone in Siberia e nelle Svalbard; criolite e grafite in Groenlandia; petrolio, gas naturale, oro e minerali radioattivi nel settore americano; ferro in diverse zone di tutti i settori). La popolazione, assai limitata, è rappresentata da eschimesi (inuit), lapponi, iacuti, che vivono di caccia, pesca e allevamento di renne. I centri abitati stabilmente sono Nordvik in Siberia, Dundas e Thule in Groenlandia, Eureka nell'isola di Ellesmere (Canada), a 80° di latitudine nord. 
Esplorazioni. Il primo a esplorare l'Artide fu il greco Pitea di Marsiglia che, nel IV sec. a. C. toccò le terre settentrionali della Norvegia. Tuttavia solo nel XVI sec. si cominciò a esplorare le rotte più sicure per collegare i due oceani, Atlantico e Pacifico. Famosi esploratori e colonizzatori furono Erik il Rosso, il vichingo che colonizzò parte della Groenlandia meridionale, i veneziani Niccolò e Antonio Zeno, l'inglese M. Frobisher, che si spinse fino all'isola di Baffin (1576), l'olandese Barents (1596) che si spinse fino all'Isola degli orsi, Mackenzie, Bering (che diede il nome all'omonimo stretto), Ross (che scoprì il polo magnetico, Sverdrup, Amundsen, Nansen, Peary (il primo a raggiungere in slitta il Polo nel 1909), Luigi di Savoia (si spinse fino alla Terra di Francesco Giuseppe), Cagni, Nobile (che sorvolò il Polo con il dirigibile Italia). Svariate le imprese che si sono avvicendate negli anni scorsi, da quella del sottomarino nucleare Nautilus, che nel 1958 giunse al Polo dopo un viaggio condotto sotto la banchisa, alla prima traversata a piedi per opera di un gruppo britannico (1968-1969), alla marcia con la quale l'inglese D. Hemplemann-Adams raggiunse il Polo Nord magnetico (1984). 
artière, sm. 1 Chi è dedito a un'arte; artigiano laborioso e intelligente. 2 Chi in una scuderia si occupa della cura dei cavalli. 
artificiàle, agg. 1 Fatto, prodotto dall'uomo, non dalla natura. ~ sintetico. <> naturale. 2 Privo di spontaneità. ~ artificioso. <> autentico. 
artificialménte, avv. In modo artificiale. ~ innaturalmente, artificiosamente. 
artificière, sm. 1 Militare o tecnico civile addetto alla preparazione o alla custodia di esplosivi o al disinnesco di ordigni inesplosi. 2 Chi prepara fuochi d'artificio. 
artifìcio, sm. 1 Uso dell'arte, maestria, abilità nell'operare. ha compiuto un lavoro di grande artificio. 2 Congegno che produce l'accensione della polvere da sparo. 3 Ricercatezza. ~ affettazione. 4 Accorgimento, trucco, espediente. ~ stratagemma. LOC. fu convinto solo grazie a diversi artifici
artificiosaménte, avv. In modo artificioso; innaturalmente, macchinosamente, ingannevolmente. ~ artificialmente. 
artificiosità, sf. L'essere artificioso. ~ innaturalità. 
artificióso, agg. Privo di naturalezza e spontaneità; affettato, artefatto, studiato, innaturale. ~ forzato. <> naturale, genuino. 
artificióso, agg. Privo di naturalezza e spontaneità; affettato, artefatto, studiato, innaturale. ~ forzato. <> naturale, genuino.