Home page
salumàio, sm. Colui che vende salumi. 
salùme, sm. Ogni prodotto basato sulla lavorazione della carne suina. 
salumerìa, sf. Negozio in cui si vendono salumi. ~ gastronomia. 
salumière, sm. Salumaio. ~ pizzicagnolo. 
salumifìcio, sm. Stabilimento in cui si fabbricano salumi. 
salùnta, sf. Fetta di pane che viene abbrustolita, soffregata con l'aglio, salata e quindi unta d'olio. 
salurètico, agg. (pl. m.-ci) Di farmaco diuretico, atto a impedire il riassorbimento dei sali. 
Salussòla Comune in provincia di Biella (2.106 ab., CAP 13060, TEL. 0161). 
salutàre, agg. e v. agg. 1 Che fa bene alla salute. ~ salubre. <> malsano. aria salutare. 2 Che è di giovamento. ~ benefico. <> malefico, nefasto. 
v. rifl. Scambiarsi un saluto. 
v. tr. 1 Fare un gesto o parlare quando si incontra o lascia qualcuno. passerò più tardi a salutarti, a fare visita. 2 Accogliere con affetto. 3 Acclamare. ~ onorare, osannare. 
Salutàti, Lìno Colùccio (Stignano in Valdinievole 1331-Firenze 1406) Cancelliere fiorentino dal 1375. Tra le sue opere, De laboribus Herculis, De saeculo et religione e De tyranno. Nel 1392 rinvenne le lettere Ad familiares di Cicerone. 
salutatòrio, agg. e sm. agg. Che si riferisce al saluto, al gesto del salutare. 
sm. Sala che veniva utilizzata per ricevimenti e udienze. 
salutazióne, sf. L'atto del salutare. 
salùte, inter. e sf. inter. Espressione di augurio, di saluto. ~ salve. 
sf. 1 Stato fisico di un organismo che non ha malattie. ~ benessere. casa di salute, casa di cura. 2 Prosperità. 3 Salvezza. 
Salute di Montaigne e altri scrittori, La Saggio di S. Solmi (1942). 
salutévole, agg. 1 Che dimostra salute. 2 Che reca salute. ~ salutare. 3 Utile. 
salutìsmo, sm. L'essere salutista. 
salutìsta, sm. e sf. (pl.-i) Chi mantiene una cura, a volte eccessiva, del proprio stato di salute, igienista. 
salutìstico, agg. Riguardante il mantenimento della salute. 
salùto, sm. Atto del salutare. ~ ossequio, reverenza. togliere il saluto a una persona, smettere di rispettarlo. 
Salùzzo Comune (16.300 ab., CAP 12037, TEL. 0175) della provincia di Cuneo. Sviluppato l'artigianato del mobile, del ferro battuto e del rame. Ha industrie tipografiche, alimentari e meccaniche. Il centro storico ha conservato l'aspetto medievale. Tra i monumenti, chiesa gotica di San Giovanni, casa Cavassa (XV-XVI sec.), cattedrale del XVI sec., molti palazzi e chiese barocche. 
Marchesato di Saluzzo 
Costituito nel 1130 ca. da Manfredo. Si ingrandì con Tommaso I (1244-1296), che incluse anche Cuneo. Con Tommaso III (1396-1416) divenne fiorente centro culturale; nel 1487 venne occupato da Carlo I di Savoia, con il trattato di Lione del 1601 venne assegnato a Carlo Emanuele I di Savoia.