Home page
Sapóre I (?-272) Figlio di Ashadïr I, membro della dinastia sasanide, succedette al padre come re di Persia nel 241. Nel 254 combatté contro i romani in Siria, Mesopotamia e Cappadocia e nel 260 imprigionò Valeriano. In seguito battuto, dovette abbandonare Armenia e Mesopotamia. 
saporìre, v. tr. 1 Dare sapore alle vivande. 2 Gustare il cibo. 
saporitaménte, avv. Con molto gusto. 
saporìto, agg. 1 Che ha un buon sapore. ~ insipido. gusto saporito. 2 Salato. rimprovero saporito, pungente. 
saporóso, agg. Gustoso, di sapore gradevole. 
Sapotàcee Famiglia di piante arboree che vivono nelle zone tropicali e subtropicali. Appartiene all'ordine delle Diospirali. 
sapotìlla, o sapotìglia, sf. Nome comune della Achras sapota e del suo frutto. 
Sappàda Comune in provincia di Belluno (1.373 ab., CAP 32047, TEL. 0435). 
Sapporo Città (1.672.000 ab.) del Giappone, capoluogo della prefettura di Hokkaido, situata presso la costa occidentale dell'isola. Le principali risorse economiche si basano sulle industrie tessili, metallurgiche, del legno e sul turismo invernale. Sede di un'università e di numerose sorgenti termali. La città nel 1972 ospitò le Olimpiadi invernali. 
sapr(o)- Primo elemento di parole composte che nella terminologia scientifica significano putrido. 
Sàpri Comune in provincia di Salerno (6.961 ab., CAP 84073, TEL. 0973). 
Spedizione di Sapri 
Tentativo di insurrezione nel regno delle due Sicilie operato da C. Pisacane che sbarcò sulle coste salernitane nella notte del 28 giugno 1857. La rivolta fu ben presto domata dalle milizie borboniche e quasi tutti i partecipanti vennero uccisi o fatti prigionieri. 
sapròbio, o saprobiònte, agg. e sm. Organismo che vive in un ambiente ricco di sostanze organiche in decomposizione. 
sapròfago, agg. (pl. m.-gi) Animali che si nutrono di materia organica in decomposizione. 
sapròfilo, agg. Detto di un organismo il cui habitat preferito sono le sostanze in decomposizione. 
saprofìtico, agg. (pl. m.-ci) Del saprofitismo. 
saprofitismo, sm. Tipo di nutrizione basato su sostanze organiche morte o di scarto da altri organismi. 
sapròfito, o sapròfita, agg. Organismo vegetale che si nutre di sostanze in decomposizione. 
Saprolegniàli Ordine di Funghi Mastigomiceti le cui ife sono alquanto sviluppate e ramificate all'interno del substrato. 
sapropèl, sm. invar. Abbreviazione di sapropelite, fanghiglia che nasce dal deposito di resti organici. 
saprozòo, agg. e sm. Organismo animale che vive su sostanze organiche in decomposizione o nelle piaghe dell'uomo o di altri animali.