Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

schizofrenìa, sf. Malattia mentale caratterizzata da mancata associazione dei vari elementi che costituiscono la struttura psichica dell'uomo. Insorge generalmente nell'età giovanile e ha un decorso lento con peggioramento progressivo. Le attività intellettive, volitive e affettive vengono alterate dalla presenza di allucinazioni, si ha un alternarsi di stati euforici e depressivi, il pensiero è disordinato e dominato da deliri e strane associazioni. Il termine fu introdotto nel 1911 dallo psichiatra tedesco E. Bleuler. 
schizofrènico, agg. (pl. m.-ci) Che presenta i sintomi della malattia mentale della schizofrenia. ~ alienato, folle. <> sano. 
schizògeno, agg. In botanica, relativo agli spazi che si formano tra le cellule per apertura della lamella mediana della parete e per separazione delle cellule. 
Schizogoniàcee Famiglia di Alghe Cloroficee ulotricali ogni cellula delle quali ha un cloroplasto centrale a forma di stella. Sono munite di tallo laminare o filamentoso. 
schizòide, agg. e sm. agg. Che si mostra indifferente e apatico verso la realtà 
sm. Chi si mostra schizoide. 
schizomanìa, sf. Malattia di chi è schizoide. 
schizonichìa, sf. Anomala spaccatura longitudinale delle unghie. 
schizonòia, sf. In psicologia, tendenza in un individuo a fare razionalmente scelte di vita che si discostano dall'orientamento dell'attività psichica inconscia. 
schizònte, sm. In botanica, studio della riproduzione sessuata degli sporozoi da cui hanno origine i merozoiti. ~ trofozoite. 
Schizopèltidi Famiglia di minuscoli Aracnidi pedipalpi tropicali che presentano cheliceri a uncino e pedipalpi che assomigliano ad arti ambulatori. Sono diffusi in Africa e Asia. ~ schizomidi, tartaridi. 
Schizoporèllidi Famiglia di briozoi stelmatopodi chilostomi a cui appartengono generi attuali e fossili del Cretaceo. Hanno aperture a forma di semiluna e in genere formano incrostazioni. 
schizotimìa, sf. Timidezza, chiusura maniacale che presenta però delle reazioni spropositate. 
schizzàre, v. v. tr. 1 Gettare spruzzi. ~ sprizzare, zampillare. schizzare veleni, mostrare odio, invidia. 2 Sporcare. ~ inzaccherare, macchiare. 
v. intr. 1 Zampillare. 2 Scattare, balzare all'improvviso. ~ guizzare. schizzare come un fulmine
v. rifl. Bagnarsi, sporcarsi con un liquido. 
schizzàta, sf. L'effetto dello schizzare. 
schizzàto, agg. Pieno di schizzi. 
schizzétto, sm. Piccolo strumento per schizzare liquidi. 
schizzinóso, agg. Incontentabile, dai gusti difficili. 
schìzzo, sm. 1 Spruzzo di un liquido. ~ getto, fiotto. 2 Abbozzo. ~ bozzetto. 
Schlegel, August Wilhelm von (Hannover 1767-Bonn 1845) Critico letterario. Tra le opere Lezioni sulla letteratura e le arti belle (1801-1804) e Lezioni sull'arte e la letteratura drammatica (1809-1811). 
Schlegel, Friedrich von (Hannover 1772-Dresda 1829) Critico letterario. Tra le opere Storia della poesia dei greci e dei romani (1798) e Storia della letteratura antica e moderna (1815). 
<< indice >>