Home page
sifonaménto, sm.Infiltrazione di acqua alla base di una costruzione. 
SifonàridiFamiglia di Molluschi Gasteropodi polmonati con conchiglia conica, capo a forma di disco con piccoli occhi e privo di tentacoli. 
sifóne, sm.1 Nelle costruzioni idrauliche, conduttura a forma di U che, una volta innescata, permette di travasare un liquido da un serbatoio più alto a uno più basso, superando ostacoli posti ad altezza superiore a quella del serbatoio più alto. 2 Specie di bottiglia ermeticamente chiusa e atta a contenere liquidi gassosi che fuoriescono azionando una leva a molla. 
SifonocladàliOrdine di Alghe Cloroficee, con tallo adulto suddiviso in segmenti dotati di numerosi nuclei. Vi appartiene la famiglia delle Cladoforacee. 
SifonodentàlidiFamiglia di Molluschi scafopodi che comprende specie che vivono in tutti i mari. 
sifonogamìa, sf.Modalità di riproduzione che può avvenire per mezzo di un sifoncino o tubetto pollinico. 
sifonògamo, agg.Riferito a una pianta che si riproduce per sifonogamia. 
sifonozòide, sm.Polipo senza tentacoli che vive nelle colonie delle pennatule provvedendo a immettere e far circolare l'acqua marina nei canali del cenosarco. 
sig.Abbreviazione di signore. 
SigànidiFamiglia di Pesci Perciformi, più noti col nome di pesci coniglio, che vivono nelle barriere coralline degli oceani Indiano e Pacifico. 
sigaràio, sm.(pl.-ai) 1 Chi lavora il tabacco. 2 Tabaccaio. 
Insetto (Bystiscus populi) della famiglia dei Curculionidi e dell'ordine dei Coleotteri. Misura fino a 6 mm e si nutre di vegetali. Deposita le uova nelle foglie che ha arrotolato in forma di sigaro. 
sigarétta, sf.1 Piccolo tubo di carta con all'interno tabacco tritato. ~ cicca. 2 Spagnoletta di filo. 
sigarétto, sm.Sigaro sottile, fornito a volte di bocchino. 
sìgaro, sm.Rotolo da fumare, formato da foglie di tabacco. 
Sigfrido (letteratura)Seconda giornata in tre atti che fa parte della tetralogia L'anello del Nibelungo di R. Wagner, libretto proprio (Bayreuth, 1871). Siegfried, dal destino eroico, figlio di Sieglinde, viene allevato dal Nibelungo che ricompone la spada spezzata. Benpresto egli si allontana con l'arma in cerca della propria origine. Va in cerca dell'anello, custodito da un drago e, lottando con la spada che lui stesso ha riforgiato, se ne impadronisce. Alberich tenta di recuperare l'oro con l'inganno, ma viene ucciso. L'eroe arriva da Brunnhilde, supera il fuoco, la sveglia e si abbandona tra le sue braccia. 
Sigfrìdo (mitologia)Eroe della mitologia germanica, figlio di Sigmundo e appartenente alla stirpe dei Valsunghi. A lui sono attribuite numerose imprese straordinarie e tra queste l'uccisione del drago Fafnir, nel cui sangue si immerse acquistando l'invulnerabilità tranne che in un punto sulle spalle. Fu proprio in questo punto che Sigfrido verrà colpito a morte, per opera di Brunilde, una valchiria da lui liberata dalla punizione del dio Odino. Sigfrido non corrispose il suo amore e sposò Crimilde, sorella del re Gunther. Brunilde per vendetta lo fece uccidere. 
sigillànte, agg. e sm.agg. Che sigilla. 
sm. Materiale utilizzato per sigillare. 
sigillàre, v. tr.1 Apporre un sigillo. ~ suggellare. <> dissigillare. 2 Chiudere in modo ermetico. ~ piombare. <> spiombare. 
sigillàto, agg.Chiuso con un sigillo. 
Terra sigillata 
Varietà di ceramica, in uso in età ellenistica e imperiale, che comprendeva un tipo di vasellame prodotto in serie a imitazione della ceramica aretina. 
sigillatùra, sf.L'atto di sigillare.