Home page
SinascìdieGruppo di ascidie coloniali con intestini che si congiungono in una cloaca comune. 
sinàssi, sf.Assemblea cristiana a scopo liturgico. 
Sinatra, Frank(Hoboken 1915-Los Angeles 1998) Cantante e attore cinematografico statunitense, nato in Italia nel 1915. Ha ottenuto come cantante una popolarità tale da essere soprannominato The voice (la voce). Ha girato numerosi film. 
SincàridiSuperordine di Crostacei Malacostraci il cui primo segmento toracico si unisce al capo. 
sincarion, sm. invar.Nucleo dell'uovo fecondato che presenta un corredo cromosomico diploide causa la fusione dei pronuclei dei gameti. 
sincarpìa, sf.Condizione del gineceo per cui molti carpelli si uniscono fino a formare un unico pistillo. 
sincàrpo, o sincàrpico, agg.(pl. m.-ci) Riferito a un ovario che presenta sincarpia. 
SincelejoCittà (121.000 ab.) della Colombia, capoluogo del dipartimento di Sucre. 
sinceraménte, avv.In modo sincero, con onestà. ~ francamente. <> insinceramente. 
sinceràre, v.v. tr. Convincere della verità. 
v. intr. pron. Verificare, accertarsi. 
sincerità, sf.1 L'essere leale, sincero. 2 Autenticità. 
sincèro, agg.1 Genuino, puro, autentico. <> falso. vino sincero, non adulterato. 2 Leale, onesto. <> malizioso. conosceva poche persone sincere. 3 Schietto. consiglio sincero
sincèro, agg.1 Genuino, puro, autentico. <> falso. vino sincero, non adulterato. 2 Leale, onesto. <> malizioso. conosceva poche persone sincere. 3 Schietto. consiglio sincero
sìnchisi, sf.Fenomeni degenerativi del corpo vitreo dell'occhio con conseguenti disturbi visivi. 
SinchitriàceeFamiglia di Funghi Mastigomiceti il cui corpo vegetativo origina un soro di sporangi. 
sincinesìa, sf.Disturbo nell'esecuzione dei movimenti per cui chi ne è afflitto non riesce a compiere un'azione volontaria senza farla seguire da una involontaria e irreprimibile. 
sincìpite, sm.Parte superoanteriore della testa che corrisponde alla regione bregmatica. 
sincìzio, sm.1 Sistema omogeneo che consegue dalla fusione di più cellule inizialmente distinte. 2 Massa protoplasmatica plurinucleata conseguente alla fusione di cellule originariamente indipendenti. 
Sinclair, Upton(Baltimora 1878-Bound Brook, New Jersey 1968) Romanziere statunitense. Militante socialista, Sinclair contribuì con la sua opera di denuncia alla promozione di riforme. Scrisse numerose opere di vario genere (romanzi, saggi e pièce teatrali). Tra le opere di ispirazione polemica e socialmente impegnate, è da ricordare La giungla (romanzo, 1906), denuncia dello sfruttamento del lavoro a Chicago che riscosse un notevole successo. In seguito alla pubblicazione, il governo federale fu costretto a intervenire con misure legislative a protezione dei lavoratori. Interessato all'attualità politica ed economica scrisse Re carbone (1917), La scacchiera d'ottone (1919), Petrolio (1927, sul giornalismo) e Boston (1928, sul caso Sacco e Vanzetti). Creò anche una serie di undici romanzi di spionaggio noti con il titolo collettivo La fine del mondo (1940-1953). 
sinclinàle, sf.Strati rocciosi piegati con la concavità verso l'alto.