Home page
superpetrolièra, sf. Petroliera che ha stazza superiore alle 70.000 tonnellate. 
superpotènza, sf. Stato che ha raggiunto un grande sviluppo e economico, militare in grado di esercitare egemonia sugli altri stati. 
superprefètto, sm. Prefetto che ha ottenuto dallo stato dei poteri straordinari per risolvere questioni di emergenza nazionale. 
superprocùra, sf. Organismo giudiziario che ha ottenuto particolari poteri per affrontare una situazione di emergenza nazionale. 
superreazióne, sf. Nelle telecomunicazioni, procedimento di ricezione delle emissioni radiofoniche che permette di aumentare notevolmente la sensibilità di un rivelatore a reazione fino anche a superare il limite indicato dalla teoria della reazione. 
Radioricevitore a superreazione 
Radioricevitore che funziona seguendo un procedimento di superreazione. 
Supersàno Comune in provincia di Lecce (4.651 ab., CAP 73040, TEL. 0833). 
supersònico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. In grado di oltrepassare la velocità del suono. 
sm. Aereo che può viaggiare a velocità superiori a quella del suono. 
superstar, sm. e sf. invar. Artista di grande successo e notorietà. 
supèrstite, agg., sm. e sf. agg. Che è sopravvissuto a una situazione, a un evento mortale per altre persone. ~ scampato. <> caduto. 
sm. e sf. Chi è sopravvissuto a una tragedia in cui altri hanno trovato la morte. ~ reduce. 
superstizióne, sf. Tendenza a credere per ignoranza o suggestione a fenomeni ritenuti soprannaturali, occulti. 
superstiziosaménte, avv. In modo superstizioso. 
superstiziosità, sf. invar. Credenza superstiziosa. 
superstizióso, agg. e sm. agg. 1 Che mostra superstizione. era un uomo superstizioso. 2 Che deriva dalla superstizione. le credenze superstiziose erano molto radicate in quel popolo ignorante
sm. Chi mostra superstizione. 
superstràda, sf. Strada extraurbana gratuita a elevata viabilità. 
supertestimòne, sm. e sf. Chi fornisce la prova, la testimonianza decisiva, in un processo. 
superuòmo, sm. Uomo che ritiene di avere doti superiori. 
Figura ideale di uomo, definita nella filosofia di Nietzsche, secondo la quale l'uomo di ingegno, superiore alla norma, deve vivere dando sfogo alle sue aspirazioni, alla sua volontà di potenza, senza sentire i vincoli imposti dalle regole della società comune. 
superuser In informatica indica il nome di un utilizzatore di sistema privilegiato al quale sono affidati i compiti di amministrazione del sistema stesso. 
supervalutàre, v. tr. Valutare in eccesso rispetto al reale valore. 
supervisionàre, v. tr. Controllare, sovrintendere. 
supervisióne, sf. L'attività compiuta dal supervisore.