Home page
tagliatùbi, sm. Strumento per tagliare i tubi in metallurgia; l'organo tagliente è formato da una o più lame rotanti. 
tagliatùra, sf. 1 L'effetto del tagliare. 2 La zona in cui è stato fatto un taglio. 
tagliaùnghie, sm. Arnese dalle lame affilate utilizzato per accorciare le unghie. 
tagliavènto, sm. invar. 1 Dispositivo a V che si mette davanti ad alcune locomotive per diminuire la resistenza dell'aria. 2 Randa di fortuna utilizzata un tempo dalle golette. 
Tagliavìni, Ferrùccio (Barco, Reggio nell'Emilia 1913-Reggio nell'Emilia 1995) Tenore italiano. Esordì nella Bohème nel 1939 ed ebbe molti successi grazie al suo raffinato stile vocale. 
Tagliavìni, Luìgi Fernàndo (Bologna 1929-) Organista e clavicembalista italiano. Rinomato concertista ha fondato e diretto la rivista Organo. Tra le revisioni musicologiche ha scritto Studi su testi delle ballate sacre di Bach (1960). 
tagliazòlle, sm. Macchina agricola utilizzata per rivoltare la superficie di un campo, aratro. 
taglieggiàre, v. tr. Imporre taglie, riscatti con violenza. 
taglieggiatóre, sm. (f.-trìce) Chi taglieggia. 
tagliènte, agg. e sm. agg. 1 Ben affilato, in grado di produrre tagli. 2 Pungente, mordace. 
sm. La parte di uno strumento che taglia ed è affilata. 
taglière, sm. 1 Piccola tavola di legno utilizzata per tagliare il pane, i salumi ecc. 2 Posto a tavola, piatto di cibo. 
taglierìa, sf. Laboratorio in cui si effettua il taglio di diamanti. 
taglierìna, sf. Piccolo arnese per tagliare, tranciare. 
taglierìno, sm. Arnese costituito da una lama che scorre e può essere fissata in un piccolo cilindro cavo. 
tagliétto, sm. Macchina dell'industria grafica utilizzata dai compositori per tagliare il materiale di piombo nella dimensione desiderata. 
tàglio, sm. (pl.-gli) 1 Atto del tagliare e relativo effetto. ~ incisione. 2 Ogni parte che è stata tagliata da un insieme, in particolare ogni parte macellata della bestia. 3 La parte affilata e tagliente di una lama. 4 Dimensione, misura, formato. 5 Modo in cui viene impostata una questione, rappresentato un oggetto. 6 Nei giochi di palla, effetto laterale impresso alla palla, che ne modifica la traiettoria rettilinea. 7 In medicina è un'incisione (taglio cesareo). 8 In letteratura è lo stile, l'impostazione. 9 Nella moda è la linea dell'abito. 
Taglio del bosco, Il Opera di narrativa di C. Cassola (1953). 
Tàglio di Po Comune in provincia di Rovigo (8.538 ab., CAP 45019, TEL. 0426). 
tagliòla, sf. Arnese metallico dai bordi affilati e taglienti con molla a scatto, utilizzato come trappola per selvaggina. ~ laccio, trabocchetto. 
tagliolìno, sm. 1 Pasta tagliata a fettucce molto sottili e strette che si mangia in brodo. 2 Taglierino.