Home page
Taiping Città (183.000 ab.) della Malaysia, nello stato di Perak, sul fiume Perak. 
Taitung Città (108.000 ab.) di Taiwan, sulla costa sudorientale dell'isola. Capoluogo della contea omonima. 
Taiwan Repubblica presidenziale dell'Asia sudorientale: il suo territorio è costituito principalmente dall'isola di Formosa, nell'oceano Pacifico, e dalle due isole di Quemoy e di Matsu, che fronteggiano la costa cinese. 
L'isola principale è collocata tra il Mar Cinese orientale e il Mar Cinese meridionale, ed è separata dalla Cina dallo stretto di Formosa. Essa è attraversata da fasce montuose talvolta notevolmente elevate (nella zona centrosettentrionale si sfiorano i 4.000 m), che scendono, repentinamente sulla costa orientale, più dolcemente, invece, su quella occidentale, dando origine a una fascia costiera pianeggiante, sabbiosa, a tratti paludosa. 
I fiumi hanno generalmente un corso breve e irregolare; i principali sono il Tamsui e il Tachia. 
Taiwan è attraversata dal Tropico del Cancro e presenta un clima caldo umido, sottoposto al regime monsonico, con precipitazioni estive a sud e prevalentemente invernali nella zona settentrionale. Le temperature, piuttosto elevate nella zona costiera, sono più miti all'interno, in particolare sui rilievi; si registrano frequentemente violenti tifoni, soprattutto nel periodo estivo. 
Taiwan si colloca tra i paesi più popolati del mondo, con una densità di 561 ab/km2; la popolazione è tuttavia distribuita disuniformemente, concentrata principalmente nelle città, in primo luogo Taipei, la capitale, nel nord dell'isola, seguita da una serie di grosse e medie città: Taichung, Tainan, Keelung, Hsinchu, Changhua, Chiayi, Kaohsiung). 
L'economia taiwanese è piuttosto fiorente, grazie soprattutto agli ingenti aiuti USA, che hanno sempre trovato nell'isola una solida base strategica e grazie ai quali il paese ha potuto raggiungere un altissimo grado di industrializzazione e di perfezionamento delle attività tradizionali. 
L'agricoltura, ancora ampiamente praticata, fornisce riso, base dell'alimentazione locale, patate dolci, manioca, ortaggi, frutta, spezie. Tra le colture industriali spicca la canna da zucchero, principale prodotto agricolo esportato; rilevante è anche la coltura del tè, del tabacco, varie oleaginose. 
Notevole è il patrimonio forestale (oltre la metà del territorio) che fornisce essenze tipiche come l'albero della canfora, il bambù, il cipresso: esse alimentano una discreta industria del legno. 
Rilevante è il settore della pesca, con un prodotto abbondante in parte esportato fresco, in parte lavorato in moderne conserverie. 
Il sottosuolo fornisce carbone e gas naturale, che rappresentano una discreta fonte di energia. 
Base fondamentale dell'economia di Taiwan è tuttavia l'industria; legata originariamente alla trasformazione dei prodotti locali, con zuccherifici, birrifici, conservifici di frutta e verdura, manifatture di tabacchi, essa si è estesa recentemente ai settori chimico e petrolchimico, elettronico, meccanico, tessile, cantieristico, del cemento e della carta. Dagli anni ottanta è in atto una trasformazione significativa della struttura industriale, che dall'assetto iniziale ad alta intensità di lavoro, è passata a uno ad alta intensità di tecnologia. 
In forte incremento è anche il turismo, soprattutto giapponese. 
STORIA A partire dall'XI sec., mercanti inglesi e pirati cinesi frequentano l'isola. Nel XVII sec. emigranti cinesi la popolano. Gli olandesi si stabiliscono nel sud (1624), gli spagnoli nel nord (1626-1642). Nel 1873 l'isola passa sotto il controllo degli imperatori Ching. Nel 1895 il trattato di Schimonoseki cede Formosa al Giappone. Alla fine della seconda guerra mondiale, l'isola viene restituita alla Cina. Nel 1949 essa serve da rifugio al governo del Kuomintang presieduto da Chiang Kai-Chek. 
Dal 1950 al 1971 questo governo rappresenta la Cina in seno al Consiglio di sicurezza dell'ONU. Nel 1975 Jang Jing-guo succede al padre, Chiang Kai-Chek. Nel 1979 gli Stati Uniti disconoscono la Repubblica popolare di Cina e rompono le relazioni diplomatiche con Taiwan. L'isola respinge la cosiddetta integrazione pacifica proposta dalla Cina popolare. Nel 1987 viene avviato un processo di democratizzazione. L'anno successivo, alla morte di Jang Jing-guo gli succede Lee Tenghui. Nel 1991 viene dichiarato lo stato di guerra con la Cina. Nel 1995 la Cina rafforza decisamente la sua pressione su Taiwan. 
Abitanti-21.309.000 
Superficie-35.980 km2 
Densità-592 ab./km2 
Capitale-Taipei 
Governo-Repubblica semipresidenziale 
Moneta-Dollaro di Taiwan 
Lingua-Cinese, lingue locali 
Religione-Confuciana, buddhista, cristiana 
Taiyuan Città (1.534.000 ab.) della Cina, capoluogo della provincia di Shanxi. 
Tajumulco Vulcano (4.220 m) spento del Guatemala, presso il confine con il Messico. È la vetta più elevata dell'America Centrale. 
Takamatsu Città (330.000 ab.) del Giappone, sulla costa settentrionale dell'isola di Shikoku. Capoluogo della prefettura di Kagawa. 
Takaoka Città (175.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu, nella prefettura di Toyama. 
Takarazuka Città (202.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu, nella prefettura di Hyogo. 
Takasaki Città (236.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu, nella prefettura di Gumma. 
Takatsuki Città (360.000 ab.) del Giappone, sull'isola di Honshu, nella prefettura di Osaka. 
take-off, sm. invar. Decollo. 
Takhar Provincia (544.000 ab.) dell'Afghanistan nordorientale, capoluogo Taluqan. 
takin, sm. invar. Nome volgare del Budorcas taxicolor
tal(o)- Primo elemento di parole composte. 
talàltro, o tal altro, pron. indef. (f.-a) 1 Qualche altro, quando usato in correlazione con taluno. 2 Al femminile, qualche volta. 
Talamèllo Comune in provincia di Pesaro (933 ab., CAP 61010, TEL. 0541). 
talàmico, agg. (pl. m.-ci) Riferito al talamo. 
Sindrome talamica 
Sindrome del talamo ottico causata da una lesione circolatoria; può provocare alterazioni della sensibilità, emiparesi, emiatassia e ipercinesia. 
tàlamo, sm. 1 Camera matrimoniale, letto nuziale. ~ alcova. 2 La parte del fiore che sostiene stami e pistilli. 3 Nucleo del sistema nervoso, posto alla base di ciascun emisfero cerebrale. 
Talamóna Comune in provincia di Sondrio (4.261 ab., CAP 23018, TEL. 0342). 
Talamóne Frazione del comune di Orbetello in provincia di Grosseto. Conta 500 ab. ed è situata a 32 m su di un promontorio a nord dell'Argentario nella parte meridionale dei monti dell'Uccellina. Ha origini etrusche e fu anche importante centro romano, fino a quando nel medioevo sfiorì. Conobbe la propria rinascita alla fine del XVI sec. diventando a opera degli spagnoli una delle fortezze dello Stato dei Presidi. Nel maggio del 1860, durante la spedizione dei Mille, Garibaldi la utilizzò come punto di rifornimento.