Home page
tangènza, sf. 1 La condizione di essere tangente. 2 Massima altezza raggiungibile da un aereo. 
tangenziàle, agg. e sf. agg. 1 Relativo alla tangente. 2 Di importanza trascurabile. 
sf. 1 Retta tangente. 2 Svincolo stradale che passa attorno a una città. la tangenziale era sempre trafficata durante la settimana
tangenzialménte, avv. 1 Secondo la tangente. 2 In modo marginale, trascurabile. 
Tàngeri Città del Marocco (267.000 ab.). Capoluogo della provincia omonima, è affacciata sullo stretto di Gibilterra e costituisce uno dei più importanti porti commerciali della costa. Possiede industrie del settore alimentare, meccanico, elettrotecnico, tessile, del tabacco. È fiorente il turismo. La città, in origine berbera, fu oggetto delle mire di molti popoli per la sua posizione strategica. Durante la dominazione romana fu la capitale della Mauritania occidentale. Nel 1471 venne conquistata dai portoghesi, passò in seguito agli inglesi (1662-1684) e tornò poi a far parte del sultanato del Marocco. Dal 1912 costituì con il suo territorio una zona internazionalizzata, il cui statuto venne sancito in due conferenze nel 1923 e nel 1928. Tale statuto venne interrotto nel 1940 per l'occupazione spagnola, ma fu ripristinato nel 1945 e durò fino al 1957, quando finì il protettorato francese e spagnolo sul Marocco e la città venne riunita al paese. 
Tanggula Shan Catena montuosa della Cina, al confine tra il Tibet e la provincia di Qinghai. Vetta più elevata il Basudan Ula (6.096 m). 
tànghero, sm. Villano, persona rozza. ~ becero. 
tangìbile, agg. Palpabile, toccabile con mano. 
tangibilità, sf. invar. La condizione di essere tangibile. 
tangibilménte, avv. In modo tangibile. 
tàngo, sm. (pl. tanghi) 1 Danza latina a ritmo lento. 2 La musica che accompagna questa danza. 
Danza lenta, somigliante alla habanera, originaria dei Paesi dell'America Centrale (Messico) e Meridionale (Argentina) introdotta dai negri d'Africa. Giunse in Europa nei primi anni del 1900 e divenne oggetto di attenzione di illustri compositori musicali quali Stravinskij, nella Histoire du soldat
Tangos (L'esilio di Gardel) Film drammatico, francese/argentino (1985). Regia di Fernando Ezequiel Solanes. Interpreti: Marie Laforêt, Philippe Léotard, Miguel Angel Sola. Titolo originale: Tangos (El exilio de Gardel) 
Tangshan Città (1.044.000 ab.) della Cina, nella provincia di Hebei. 
Tanguy, Yves (Parigi 1900-Woodbury 1955) Pittore francese. Tra le opere Il sole nel suo scrigno (1937, Venezia, Collezione Guggenheim) e Ancora e sempre (1942, Lugano, Collezione Thyssen-Bornemisza). 
tànica, sf. Contenitore maneggevole per liquidi. 
Tanimbar Gruppo insulare (50.000 ab.) dell'Indonesia, nel settore meridionale delle isole Molucche. 
Tanizaki, Junichiro (Tokyo 1886-Atami 1965) Romanziere giapponese. Tra le opere La storia di un cieco (1931) e La chiave (1956). 
tank, sm. e sf. invar. 1 Tanica. 2 Carro armato. 
Tanner, Alain (Ginevra 1929-) Regista cinematografico svizzero. Diresse Charles vivo o morto (1969), Nella città bianca (1983), Una fiamma nel mio cuore (1987), L'uomo che ha perduto la sua ombra (1991), Fourbi (1996). 
Tannhäuser (letteratura) (ca. 1205-ca. 1267) Poeta tedesco. Tra le opere Canzone di Tannhäuser (ca. 1300). 
Tannhäuser (musica) Opera in tre atti di R. Wagner, libretto proprio (Dresda, 1845). 
Tannhäuser, cavaliere trattenuto sul monte di Venere dalla dea, decide di ritornare alla sua vera esistenza contro la volontà della dea e discende in una valle dove ritroverà l'amata di un tempo. Qui apprende che inizierà una gara poetica il cui vincitore sposerà proprio Elisabeth, la sua donna. Interviene pertanto nella gara, ma in modo non pertinente, e viene punito per questo. Tannhäuser, per espiare la colpa deve compiere un pellegrinaggio a Roma e il papa potrà perdonarlo solo quando il suo bastone fiorirà. Elisabeth, intanto, offre la propria vita alla Vergine per il peccatore e muore. Il protagonista, vedendo la bara, cade morto mentre il suo bastone viene ricoperto di fiori.