Home page
tappàre, v. v. tr. Chiudere, otturare con un tappo. tappare la bocca a qualcuno, impedirgli di rispondere. 
v. rifl. Chiudersi per proteggersi, non farsi vedere. tapparsi il naso, per evitare odori sgradevoli. 
tapparèlla, sf. Persiana avvolgibile. 
tappàto, agg. 1 Chiuso. 2 Chiuso con un tappo, ostruito. 
tappéto, sm. 1 Tessuto spesso e in genere decorato utilizzato come ornamento casalingo per coprire parte del pavimento. 2 Materassino utilizzato negli sport in cui i concorrenti rischiano delle cadute. 3 Manto. 
tappezzàre, v. tr. Ricoprire, rivestire i muri con tessuti, carta da parati a scopo di ornamento. 
tappezzerìa, sf. 1 L'insieme dei tessuti utilizzati per tappezzare le pareti di un appartamento. ~ parato, rivestimento. 2 L'arte del tappezziere. 
Tappezzeria di Santa Genoveffa e di Giovanna d'Arco (La tapisserie de sainte Geneviève et de Jeanne d'Arc, 1913) Opera poetica di Charles Péguy. L'opera descrive come in un arazzo la prodigiosa vita di Giovanna d'Arco, promotrice del risveglio nazionale francese in un drammatico momento storico. 
tappezzière, sm. Artigiano che si occupa di rivestire divani, poltrone, pareti con stoffe e tessuti. 
tàppo, sm. 1 Oggetto utilizzato per chiudere un foro, un'apertura. 2 Persona bassa di statura. 
tappóne, sm. Grande, spettacolare e impegnativa tappa di una corsa ciclistica su strada. 
Tapso Antica città della costa orientale dell'Africa proconsolare, celebre per la battaglia in cui nel 46 a. C. Cesare sconfisse i pompeiani di Cecilio Metello Pio Scipione. 
Tapti Fiume (724 km) dell'India. Nasce nel Madhya Pradesh, dall'altopiano di Multai e sfocia nel mare Arabico. 
Taquari, Rio Fiume (850 km) del Brasile, nello stato del Mato Grosso do Sul. Nasce dalla Serra dos Baús e confluisce nel fiume Paraguay. 
TAR Sigla di Tribunale Amministrativo Regionale. 
tàra, sf. 1 Ciò che viene sottratto dal peso lordo per ottenere il peso netto (• sono discorsi su cui occorre far la tara sta ad indicare discorsi che contengono esagerazioni od elementi di fantasia). 2 Imballaggio. 3 Malattia ereditaria. 
tarabusìno, sm. Uccello (Ixobrychus minutus) della famiglia degli Ardeidi e dell'ordine dei Ciconiformi. Di colore giallo ocra e nero, vive nelle zone acquitrinose dell'Eurasia centromeridionale, dell'Africa subsahariana e in Australia dove si mimetizza tra i canneti grazie ai suoi colori. 
tarabùso, sm. Uccello (Botarus stellaris) della famiglia degli Ardeidi e dell'ordine dei Ciconiformi. Di colore bruno con macchie più scure, vive nei canneti dell'Eurasia centromeridionale. Nei mesi invernali migra in Africa. 
Tarakan Isola dell'Indonesia, nel mar di Celebes, presso la costa orientale del Borneo, nella provincia di Kalimantan Orientale. 
taràllo, sm. Dolce a forma di ciambella. 
tarallùccio, sm. (pl.-ucci) 1 Biscotto. finire a tarallucci e vino, appianare pacificamente una contesa.