Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Logo Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Novità del sito: nuova versione dei giochi da scacchiera giocabili online Gomoku e Halatafl

Tortoniàno, agg. e sm. Piano superiore del Miocene formata da marne azzurre con Gasteropodi. Si trova nei pressi di Tortona da cui deriva il nome. 
Tórtora Comune in provincia di Cosenza (5.368 ab., CAP 87020, TEL. 0985). 
tòrtora, sf. Denominazione comune di diversi Uccelli della famiglia dei Columbidi e dell'ordine dei Columbiformi. La tortora comune (Streptopelia turtur) è simile al colombo, ma è più slanciata e ha il capo più piccolo. La tortora dal collare orientale (Streptopelia decaoto) ha piumaggio di colore tabacco chiaro e un nero incompleto. 
Tórtora, Ènzo (Genova 1928-Milano 1988) Conduttore televisivo. Personaggio storico del piccolo schermo, esordì nella trasmissione Primo applauso (1956), cui seguirono Telamatch (1957) e Campanile sera (dal 1959). Allontanato per tre anni dalla televisione per aver autorizzato la sferzante imitazione di Fanfani a opera di A. Noschese, tornò per condurre la Domenica sportiva (1965-1969). Allontanato un'altra volta per alcune sue dichiarazioni sulla dirigenza Rai, rientrò con Accendiamo la lampada (1977), cui seguì Portobello (1977), la trasmissione che incontrò il maggior successo di pubblico. Coinvolto, innocente, in vicende giudiziare che fecero clamore, nel 1987 riprese la conduzione di Portobello e Giallo
tortoràta, sf. Colpo dato con un bastone. 
Tortorèlla Comune in provincia di Salerno (717 ab., CAP 84030, TEL. 0973). 
Tortoréto Comune in provincia di Teramo (7.040 ab., CAP 64018, TEL. 0861). 
Tortorìci Comune in provincia di Messina (8.484 ab., CAP 98078, TEL. 0941). 
tortrìce, sf. Nome comune di alcuni Insetti Lepidotteri Eteroneuri della famiglia dei Tortricidi; sono farfalle molto dannose per l'agricoltura. 
Tortrìcidi Famiglia di Insetti Lepidotteri Eteroneuri costituita da piccole farfalle del gruppo degli Eteroceri. 
Tortuga Isola (12.000 ab.) di Haiti, nell'oceano Atlantico, di fronte all'isola di Hispaniola. 
tortuosaménte, avv. In modo tortuoso. 
tortuosità, sf. invar. L'essere tortuoso, intricato. ~ meandro, anfrattuosità. 
tortuóso, agg. 1 Non dritto, serpeggiante. 2 Macchinoso, subdolo. 
tortùra, sf. 1 L'infliggere delle pene fisiche, per far confessare. confess˛ sotto tortura. 2 Coercizione violenta. 3 Sofferenza, afflizione. ~ patimento, pena. era una tortura assistere a quelle manifestazioni di razzismo
torturàre, v. v. tr. 1 Sottoporre a tortura. ~ martoriare, seviziare. 2 Maltrattare. 
v. intr. pron. Affliggersi. 
Torun Città (202.000 ab.) della Polonia, sul fiume Vistola. Capoluogo del voivodato omonimo. 
torvaménte, avv. In modo torvo. 
Torviscósa Comune in provincia di Udine (3.402 ab., CAP 33050, TEL. 0431). 
tórvo, agg. Con sguardo minaccioso. ~ arcigno. <> accattivante. 
<< indice >>