Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)


Logo Blia.it

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

  

Novità del sito: Quotidiani d'epoca consultabili online

Turandot Dramma lirico in tre atti di G. Puccini, libretto di G. Adami e R. Simoni. Opera incompiuta e terminata da F. Alfano (Milano, 1926). 
A Pechino, la figlia dell'imperatore, Turandot, sottopone i suoi spasimanti a una prova nella quale devono risolvere alcuni enigmi: chi non riesce viene decapitato. Già dodici principi sono morti in questo modo. Calaf, figlio di Timur, il vecchio re tartaro spodestato, si innamora di lei e tenta la prova, riuscendo a superarla, senza rivelarle il suo nome. Sottopone quindi Turandot stessa a una prova chiedendole di indovinare il suo nome; ma la protagonista non riesce a scoprirlo e, innamoratasi di lui, gli assegna il nome Amore
Turandot 
Fiaba teatrale di C. Gozzi (1762). 
Turandot 
Opera in due atti F. Busoni, libretto proprio dall'omonima fiaba di C. Gozzi (Zurigo, 1917). 
Turània Comune in provincia di Rieti (281 ab., CAP 02020, TEL. 0765). 
Turànico Bassopiano dell'Asia occidentale, delimitato dal mar Caspio, dalla Steppa dei Kirghisi, dalle catene montuose dell'Asia centrale e dagli altopiani dell'Iran e dell'Afghanistan. La superficie è suddivisa tra il Turkmenistan, l'Uzbekistan e il Kazakistan. 
Turàno Lodigiàno Comune in provincia di Lodi (1.291 ab., CAP 20070, TEL. 0377). 
turàre, v. v. tr. Chiudere, tappare. turare una falla, rimediare a un problema; turare la bocca a qualcuno, zittirlo con una risposta adeguata. 
v. rifl. Chiudersi, tapparsi. dovette turarsi il naso, stringendolo con le dita, per entrare in quella stanza maleodorante
Turàte Comune in provincia di Como (7.451 ab., CAP 22078, TEL. 02). 
Turàti, Filìppo (Canzo 1857-Parigi 1932) Politico. Partito da posizioni vicine al marxismo, conobbe Anna Kulisciov (1884), si legò a lei sentimentalmente e insieme fondarono la rivista Critica sociale (1891), che rappresentò il riferimento teorico del socialismo italiano. L'evoluzione del pensiero turatiano ricevette impulso anche dai contatti con Labriola. Nel 1892 al congresso di Genova partecipò alla fondazione del Partito socialista italiano. Venne eletto deputato nel 1896, ma dovette scontare una condanna a 12 anni di carcere perché coinvolto nei moti milanesi del 1898. Venne amnistiato nel 1899 dopo essere stato rieletto con voto plebiscitario. Nel 1922 lasciò il PSI fondando, sulla base della corrente riformista, il Partito socialista unitario. Durante il regime fascista fuggì a Parigi (1926), da dove tentò la riunificazione socialista insieme a Pietro Nenni. 
tùrba, sf. 1 Grande massa di persone. ~ folla, marea. <> gruppuscolo, manipolo. 2 Disturbo psichico. 
Turbamenti del giovane Törless, I Romanzo di R. Musil (1906). 
turbaménto, sm. Ciò che turba e provoca ansia, smarrimento. ~ angoscia. 
turbànte, agg. Copricapo orientale costituito da una fascia di tessuto che viene arrotolata sul capo. 
turbàre, v. v. tr. 1 Sconvolgere, alterare. 2 Agitare. 
v. intr. pron. 1 Alterarsi, diventare inquieti. 2 Rannuvolarsi. 
turbatìva, sf. Ciò che turba il regolare svolgimento. 
turbatìvo, agg. Che tende a turbare. 
turbàto, agg. 1 Agitato, smarrito. ~ scombussolato. <> tranquillizzato. 2 Rannuvolato. 
Turbellàri Classe del regno animale, tipo dei Platelminti, sottoregno dei Metazoi; sono vermi a corpo piatto, carnivori, di dimensioni minuscole, diffusi in ogni ambiente acquatico, liberi o parassiti. Il corpo è ricoperto di ciglia. 
Turbie, La Centro della Francia (2.620 ab.) nel dipartimento delle Alpi Marittime. Situato sulla Costa Azzurra, nel 6 a. C. ca. vi venne innalzato, sulla via Iulia Augusta, un trofeo che ricordasse la sottomissione a Roma dei popoli alpini. 
Turbìgo Comune in provincia di Milano (7.275 ab., CAP 20029, TEL. 0331). 
turbìna, sf. Macchina motrice che consente di trasformare in energia meccanica l'energia cinetica di un fluido in movimento o l'energia termica del fluido stesso. È costituita da un organo rotante (girante), dotato di pale alle quali il fluido inviato imprime un movimento. Le turbine vengono classificate in base al fluido utilizzato in turbine idrauliche, a gas, a vapore. Le turbine idrauliche sfruttano l'energia fornita dalla caduta di una massa d'acqua da un bacino e vengono impiegate per la produzione di energia elettrica. Un distributore convoglia l'acqua sulla girante che trasmette l'energia all'albero sulla quale è montata. Le caratteristiche meccaniche della girante permettono di differenziare turbine Pelton, turbine Francis, turbine a elica. Nel caso in cui l'energia uscente sia interamente cinetica si parla di turbine ad azione, quando invece l'energia uscente è solo parzialmente cinetica si parla di turbine a reazione. Nelle turbine a gas l'energia termica del fluido viene convertita in energia cinetica. Nelle turbine a vapore si riconoscono un rotore che ruota all'interno di una cassa o cilindro. Si differenziano turbine ad azione, a reazione e miste. A seconda che il vapore venga scaricato a pressione uguale, inferiore o superiore a quella atmosferica si distinguono turbine a scarico libero, a condensazione, a contropressione
turbinàle, sm. Ognuna delle lamine cartilaginee che sporgono dalla cavità nasali del Vertebrati. 
<< indice >>