Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Discussione, tra il serio e il faceto, su bitcoin e blockchain

  

Novità del sito: Discussione, tra il serio e il faceto, su bitcoin e blockchain

Turchìno Passo (532 m) dell'Appennino Ligure, che collega Voltri con Ovada. 
tùrco, agg. e sm. (pl. m. turchi) agg. Relativo alla Turchia. sedere alla turca, incrociando le gambe. 
sm. Abitante e lingua della Turchia. fumare come un turco, in modo esagerato, eccessivo; parlare turco, risultare incomprensibile. 
Turco in Italia, Il Dramma buffo in due atti di G. Rossini, libretto di F. Romani (Milano, 1814). 
turcomànno, agg. e sm. agg. Relativo al Turkmenistan e ai suoi abitanti. ~ turkmeno. 
sm. 1 Abitante o nativo del Turkmenistan. 2 Lingua parlata nel Turkmenistan, nelle zone orientali del Kazakistan, in quelle occidentali dell'Uzbekistan e in quelle settentrionali si Iran e Afghanistan. 
Tùrdidi Famiglia di Uccelli Passeriformi, per lo più insettivori, di svariate dimensioni a cui appartengono merli, tordi e usignoli. 
Turènna Regione storica della Francia centroccidentale, in francese Touraine, corrispondente al dipartimento di Indre-et-Loire. Comprende il medio corso della Loira e ha come centro più importante Tours. Nell'antichità fu insediata dai galli turones, venne poi colonizzata dai romani ed entrò a far parte della Gallia lugdunense con capitale Caesarodunum, l'attuale Tours. Appartenne alla casata di Blois dal IX sec. e agli Angiò dal 1044. Nel 1204 passò al regno di Francia e fu ducato dei principi reali fino al 1584. Conobbe un grande sviluppo soprattutto sotto il regno di Enrico IV per l'impulso che venne dato alla manifattura della seta. La revoca dell'editto di Nantes nel 1685 provocò l'emigrazione in massa degli artigiani ugonotti e determinò la perdita d'importanza della regione. 
Turenne, Henri de la Tour d'Auvergne (Sedan 1611-Sassbach 1675) Generale francese, visconte d'Auvergne. Nel 1630 entrò nell'esercito francese e divenne maresciallo di Francia nel 1643. Si distinse al comando delle armate durante la guerra dei Trent'anni ottenendo la clamorosa vittoria di Nordlingen (1645). A Sommershausen nel 1647 batté gli imperiali guidati da Montecuccoli e ciò indusse la Baviera a pervenire alla pace con la Francia. Frondista, si rifugiò in Olanda, ma nel 1651 si riconciliò con il re e ne comandò le armate, riportando sul Condé una vittoria (1658). Perse la vita nella battaglia di Sassbach. 
turf, sm. invar. Pista erbosa in cui vengono svolte corse ippiche. 
Turgaj Provincia (313.000 ab.) del Kazakistan, sul fiume omonimo. Capoluogo Arkalyk. 
Turgenev, Ivan Sergeevic (Orel 1818-Bougival 1883) Scrittore russo. I lunghi soggiorni all'estero e l'incontro con la cultura occidentale influenzarono la sua produzione, nella quale si ritrovano sapientemente fusi realismo e sentimentalismo, ma che al contempo si fa ambasciatrice di messaggi sociali. Turgenev, che contribuì all'abolizione della servitù della gleba, analizza nelle sue opere la generazione materialista e democratica contemporanea, attribuendole un'incapacità che definisce nichilismo e contrapponendola a quella idealista dell'inizio dell'Ottocento. Tra le opere i romanzi Rudin (1856), Un nido di nobili (1859), Padri e figli (1862), Terre vergini (1877), i racconti Memorie di un cacciatore (1852), le opere teatrali Pane altrui (1848), Un mese in campagna (1850), le riflessioni sulla vita Poesie in prosa (1879-1883). 
turgidézza, sf. 1 L'essere turgido. 2 Ridondanza nello stile. 
turgidézza, sf. 1 L'essere turgido. 2 Ridondanza nello stile. 
tùrgido, agg. 1 Pieno, rigonfio. ~ carnoso, colmo. <> avvizzito, cadente. 2 Ampolloso, ridondante. 
turgóre, sm. Gonfiore. ~ carnosità, pienezza. 
Turgòvia Cantone (217.000 ab.) della Svizzera nordorientale, al confine con la Germania. Capitale Frauenfeld. 
Tùri Comune in provincia di Bari (10.801 ab., CAP 70010, TEL. 080). Centro agricolo (coltivazione di frutta, ortaggi, viti e olive) e industriale (prodotti alimentari). Gli abitanti sono detti Turesi
turìbolo, sm. Incensiere, contenitore in cui viene bruciato l'incenso, utilizzato nelle funzioni religiose. 
turiferàrio, sm. 1 Chierico incaricato di portare il turibolo durante le cerimonie religiose. 2 Persona che loda qualcuno o qualcosa in modo evidente o eccessivo. ~ lecchino. 
Turìngia Stato confederato tedesco (2.683.900 ab.), con capitale Erfurt. In tedesco è Thüringen. Estesa per 16.251 km2, è compresa tra Sassonia, Bassa Sassonia, Sassonia-Anhalt, Baviera e Assia. Il territorio comprende il bacino di Turingia, ampio bacino sedimentario in cui scende il fiume Saale e il bacino superiore del fiume Werra; è percorso dalla catena della Selva di Turingia ed è delimitato dal massiccio dell'Harz e dai monti Metalliferi. Praticate le coltivazioni di patate, cereali, foraggi, prodotti ortofrutticoli. Attivo l'allevamento bovino, suino e avicolo. Il sottosuolo fornisce metano e potassa. Numerose le industrie meccaniche, automobilistiche, elettrotecniche, tessili, ottiche, vetrarie, del legno e della gomma. Le principali città sono Gera, Jena, Weimar, Gotha, Eisenach, Suhl. 
turingiàno, agg. e sm. agg. Relativo alla Turingia e ai suoi abitanti. 
sm. Abitante o nativo della Turingia. 
<< indice >>