Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

Turnìcidi Famiglia di Uccelli ralliformi, il cui genere più noto è la turnice, che vivono nelle praterie cespugliose nelle regioni temperate e tropicali. 
turnìsta, sm. e sf. (pl. m.-isti) Chi lavora svolgendo turni. 
tùrno, sm. 1 Intervallo di tempo, in cui un lavoratore viene chiamato a svolgere il suo compito. : :urno pomeridiano. 2 Avvicendamento secondo un ordine prestabilito. i turni di lavoro non erano stati rispettati. 3 Gruppo di persone che svolge lo stesso orario di lavoro. costituivano il turno di notte 
turnover, o turn over, sm. invar. 1 Avvicendamento in turni, nello svolgere un'attività. 2 Ricambio di personale per chi esce da un'azienda. 
tùrpe, agg. 1 Ripugnante, vergognoso. 2 Scurrile, osceno. ~ sconcio. 
turpilòquio, sm. (pl-oqui) Il parlare con termini scurrili, sconci. ~ trivialità, volgarità. 
turpitùdine, sf. 1 L'essere turpe. 2 Oscenità, scurrilità. 
Turquino, Pico La vetta (1.974 m) più elevata dell'isola di Cuba, nella Sierra Maestra. 
Tùrri Comune in provincia di Cagliari (572 ab., CAP 09050, TEL. 0783). 
Turriàco Comune in provincia di Gorizia (2.163 ab., CAP 34070, TEL. 0481). 
Turritèllidi Famiglia di Molluschi Gasteropodi mesogasteropodi con conchiglia turricolata e madreperlacea. Si trovano soprattutto nei mari caldi. 
turrìto, agg. Che è cinto di torri. 
Turrivalignàni Comune in provincia di Pescara (902 ab., CAP 65020, TEL. 085). 
Tùrsi Comune in provincia di Matera (6.003 ab., CAP 75028, TEL. 0835). 
TUS Sigla di Tasso Ufficiale di Sconto. 
Tùsa Comune in provincia di Messina (3.630 ab., CAP 98079, TEL. 0921). 
Tuscània Comune in provincia di Viterbo (7.721 ab., CAP 01017, TEL. 0761). 
tuscànico, agg. (pl. m.-ci) Di stile di derivazione etrusca.  Ordine —: 
Tùscolo Antica città latina sui colli Albani, presso l'odierna Frascati. Diventata municipio romano nel 340 a. C., divenne il luogo di soggiorno preferito della nobiltà romana. 
Conti di Tuscolo 
Famiglia patrizia romana che dominò Roma nell'XI sec., il cui nome deriva dall'omonima città. Appoggiati dal partito imperiale, vinsero il conflitto per il controllo dell'elezione del pontefice. Divennero papi Teofilatto (Benedetto VIII), Romano (Giovanni XIX) e Teofilatto, figlio di Alberico (Benedetto IX). Il loro potere ebbe un declino a partire dal sinodo di Sutri (1046) ed ebbe termine con la distruzione del castello di Tuscolo da parte dei romani (1191). 
Tusculanae disputationes Opera di filosofia di M. T. Cicerone (45-44 a. C.). 
<< indice >>