Home page
varàre, v. tr. 1 Mettere in mare un'imbarcazione appena costruita. ~ inaugurare. 2 Dare inizio. ~ ratificare. 
varàta, sf. 1 Nelle cave di marmo, il distacco e la discesa di una falda. 2 Nella tecnica mineraria, metodo di abbattimento di rocce per mezzo di mine sistemate negli strati più profondi del terreno. 
Varàzze Comune in provincia di Savona (14.230 ab., CAP 17019, TEL. 019). Centro agricolo (coltivazione di frutta, ortaggi e olive), industriale (concerie, cantieri, prodotti alimentari e tessili) e turistico (balneazione) della Riviera di Ponente. Vi si trovano resti di mura di origini romane, resti dell'originaria chiesa di Sant'Ambrogio, del XII sec. e la collegiata di Sant'Ambrogio, del XVI sec. Gli abitanti sono detti Varazzesi
varcàbile, agg. Che si può varcare. 
varcàre, v. tr. Superare. ~ oltrepassare. 
vàrco, sm. (pl.-chi) 1 Il varcare. 2 Apertura, passaggio disagevole. ~ breccia. 
Vàrco Sabìno Comune in provincia di Rieti (250 ab., CAP 02020, TEL. 0765). 
Varda, Agnès (Bruxelles 1928-) Regista cinematografico francese. Diresse Cléo dalle 5 alle 7 (1962), Il verde prato dell'amore (1964), Senza tetto né legge (1985), Kung Fu Master (1988), Garage Demy (1992), Le cento e una notti (1995). 
Vardar Fiume (420 km) della Penisola Balcanica. Nasce dai monti Sar, nella repubblica di Macedonia e sfocia nel golfo di Salonicco. 
varècchi, sm. pl. Ceneri di una varietà di alghe usate come fertilizzante. 
varechìna, o varecchìna, sf. Soluzione diluita di ipoclorito sodico usata per il suo potere sbiancante e antisettico. ~ candeggina. 
Varédo Comune in provincia di Milano (12.924 ab., CAP 20039, TEL. 0362). Centro industriale (mobilifici, prodotti chimici e tessili). Gli abitanti sono detti Varedesi
Varéna Comune in provincia di Trento (770 ab., CAP 38030, TEL. 0462). 
Varénna Comune in provincia di Lecco (823 ab., CAP 22050, TEL. 0341). 
Varése Città capoluogo di provincia della Lombardia nordoccidentale (comune 55 km2, 87.000 ab., CAP 21100, TEL. 0332), posta a est del lago omonimo e ai piedi del campo dei Fiori. È centro commerciale e turistico. Ha industrie calzaturiere, dell'abbigliamento, della carta, del cuoio, del vetro, dei mobili, meccaniche, chimiche, elettrotecniche, alimentari, grafico-editoriali e delle materie plastiche. Abitata fin dalla preistoria, fu libero comune nel medioevo e poi soggetta a Milano della quale seguì le sorti nelle epoche successive (dominio spagnolo e austriaco). Nel 1765 fu concessa in feudo da Maria Teresa d'Austria a Francesco III d'Este, nel 1797 fu annessa alla Repubblica cisalpina e nel 1861 al regno d'Italia. Tra i monumenti la basilica di San Vittore (XVIII sec.), il palazzo Estense (1766-73) sede del municipio e il santuario del Sacro Monte. 
Provincia di Varese 
(1.200 km2, 800.000 ab.) Si estende su un territorio per un terzo montuoso, nel triangolo compreso tra i laghi Maggiore, di Lugano e di Varese (Prealpi Varesine), e per il resto quasi completamente collinare, che si allunga a sud nell'alta pianura. Sono coltivati cereali e foraggi. Presenta industrie chimiche, tessili, dell'abbigliamento, meccaniche, delle calzature, del cuoio, del mobilio, del vetro, delle materie plastiche e della carta. Sul suo territorio sorgono un centro nucleare a Ispra e l'aeroporto intercontinentale della Malpensa. Centri principali sono Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Laveno, Luino, Saronno, Sesto Calende, Somma Lombardo e Tradate. 
Lago di Varese 
Lago della Lombardia (15 km2, massima profondità 25 m) vicino alla città omonima e affluente del lago Maggiore. 
Varése Lìgure Comune in provincia di La Spezia (2.681 ab., CAP 19028, TEL. 0187). 
Varèse, Edgar (Parigi 1883-New York 1965) Compositore francese naturalizzato statunitense. Tra le opere Amériques (composizione per orchestra, 1921) e Offrandes (composizione per soprano, 1922). 
varesìno, agg. e sm. agg. Relativo a Varese. 
sm. Abitante o nativo di Varese. 
Varesòtto Regione tra Stresa, l'alta pianura della Lombardia occidentale e il lago Maggiore. Forma la maggior parte della provincia di Varese. 
Vargas Llosa, Mario (Arequipa 1936-) Romanziere peruviano. Tra le opere La città e i cani (1962), La casa verde (1966), La guerra della fine del mondo (1981), Elogio della matrigna (1986), La verità delle menzogne (1992), I quaderni di don Rigoberto (1997).