Home page
vìscere, sm. (pl. m.-i, f.-e) 1 Ciascuno degli organi della cavità toracica e addominale. 2 Grembo materno. 3 Al plurale, la parte più interna di qualcosa. ~ interiora. quella miniera scendeva nelle profonde viscere della terra. 4 Sentimento d'amore. strapparsi le viscere dal dolore, il cuore. 
Vìsche Comune in provincia di Torino (1.345 ab., CAP 10030, TEL. 011). 
Vischer il Giovane, Peter (Norimberga 1487-1528) Scultore tedesco. Tra le opere Calamaio con figura femminile (1525, Oxford, Ashmolean Museum). 
Vischer il Vecchio, Peter (Norimberga ca. 1460-1529) Scultore tedesco. Tra le opere Tomba di San Sebaldo (1507-1519, Norimberga, San Sebaldo). 
vìschio, sm. Angiosperma (Viscum album) della famiglia delle Lorantacee e dell'ordine delle Santalali. Arbusto sempreverde, cresce spontaneo in Italia. Le sue bacche vengono utilizzate in erboristeria. ~ pania, pastoia. 
vischiosità, sf. L'essere vischioso. 
vischióso, agg. 1 Appiccicoso. ~ colloso. <> scivoloso. 2 Resistente ai cambiamenti che dovrebbero produrre variazioni. 
Visciàno Comune in provincia di Napoli (4.424 ab., CAP 80030, TEL. 081). 
viscidaménte, avv. In modo viscido. ~ subdolamente. 
viscidità, sf. L'essere viscido, scivoloso. 
vìscido, agg. 1 Umido e scivoloso. ~ mucillaginoso. <> scabro. 2 Subdolo. ~ sfuggente. <> adamantino. 
viscidùme, sm. Disgustoso ammasso di materia viscida. 
vìsciola, sf. Frutto del visciolo; amarena, marasca. 
visciolàta, sf. Confettura, sciroppo o bibita a base di visciole. 
visciolàto, sm. Liquore a base di visciole. 
vìsciolo, sm. Sorta di ciliegio che dà frutti di sapore acidulo. 
Vìsco Comune in provincia di Udine (689 ab., CAP 33040, TEL. 0432). 
viscoelasticità, sf. Proprietà di alcuni corpi di subire deformazioni di tipo elastico associate a deformazioni di tipo viscoso. 
viscoelàstico, agg. (pl. m.-ci) Relativo alla viscoelasticità; che presenta viscoelasticità. 
viscontàdo, sm. Grado e carica di visconte.