Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

  

Novità del sito: Bitcoin, blockchain e ... Libra

 

Abbà Garimà Gruppo montuoso dell'Etiopia (altezza massima 2.616 m). 
Àbba, Giusèppe Césare (Cairo Montenotte, Savona 1838-Brescia 1910) Memorialista. Tra le opere Da Quarto al Volturno (1880) e Noterelle di uno dei Mille (1891). I suoi lavori rientrano nella produzione di memorie e racconti legati alle imprese garibaldine, che fiorirono nella seconda metà dell'Ottocento, scritti soprattutto dai personaggi che vi parteciparono direttamente. L'opera di Abba si risolve in una celebrazione retorica e in un'immagine idilliaca e moralistica del mondo garibaldino. 
Àbba, Màrta (Milano 1900-1988) Attrice drammatica, famosa interprete del teatro di Pirandello. 
abbacchiaménto, sm. Stato di depressione. ~ avvilimento. 
abbacchiàre, v. v. tr. 1 Far cascare i frutti da un albero percuotendone i rami con una pertica. ~ bacchiare. 2 Avvilire, deprimere. ~ demoralizzare. <> spronare. 3 Vendere a poco prezzo. 
v. intr. pron. Deprimersi. ~ abbattersi. 
abbacchiàto, agg. Abbattuto, giù di morale. ~ mortificato. <> baldanzoso. 
abbacchiatùra, sf. L'operazione di abbacchiare, di bacchiare. Forma meno comune di bacchiatura. 
abbàcchio, sm. Agnello macellato ancora lattante. 
abbacinaménto, sm. 1 Forma di antico supplizio consistente nell'abbacinare. 2 Privazione della vista per una luce troppo intensa. 3 Inganno, illusione. 
abbacinàre, v. tr. 1 Accecare avvicinando agli occhi un bacino rovente, secondo una forma di antico supplizio. 2 Privare momentaneamente della vista mediante una luce troppo intensa. ~ abbagliare, abbarbagliare. 3 Ingannare. ~ incantare. 
abbadéssa, sf. Superiora di un monastero di religiose avente titolo di abbazia. Variante antica di badessa. 
abbadìa, sf. Altra forma di abbazia. 
Abbadìa Cerréto Comune in provincia di Lodi (284 ab., CAP 20070, TEL. 0371). 
Abbadìa Lariàna Comune in provincia di Lecco (3.000 ab., CAP 22050, TEL. 0341). 
Abbadìa San Salvatóre Comune in provincia di Siena, sulle pendici dell'Amiata (7.243 ab., CAP 53021, TEL. 0577). 
Abbàdo, Clàudio (Milano 1933-) Pianista e direttore d'orchestra, ha guidato le orchestre più prestigiose della musica sinfonica e operistica internazionale. Nel 1968 divenne direttore stabile dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, fondando nel 1982 la Filarmonica della Scala. Ha diretto anche i Wiener Philharmoniker e nel 1986 è stato designato direttore del teatro Staatsoper di Vienna. Nel 1989 è divenuto direttore della Berliner Philharmoniker Orchestra, succedendo a Von Karajan. 
Michelangelo (Alba 1890-Gardone 1979) 
Padre di Claudio, violinista fu autore del trattato Tecnica dei suoni armonici, in cui provò l'esistenza degli armonici inferiori. 
Marcello (Milano 1926-) 
Pianista, fratello di Claudio. 
abbagliaménto, sm. 1 L'abbagliare; diminuzione della capacità visiva dell'occhio per una luce troppo intensa. 2 Turbamento; errore. 
abbagliànte, agg. agg. Che abbaglia, sfolgorante. ~ accecante. 
sm. Faro alto dell'auto. <> anabbaggliante. 
abbagliàre, v. v. tr. Offendere la vista con luce troppo viva. ~ abbacinare. 
v. intr. pron. 1 Confondersi la vista per una luce troppo intensa. 2 Ingannarsi. ~ illudersi <> disingannarsi. 3 Restare sorpreso. 
abbaglio, sm. 1 Abbagliamento. 2 Svista, errore. ~ cantonata. 
<< indice >>