Home page
Bancroft, Anne (New York 1931-) Nome d'arte dell'attrice teatrale e cinematografica Anna Maria Italiano. Tra le sue interpretazioni di successo, si ricordano Anna dei miracoli (1962, premiata con un Oscar), Il laureato (1968) e Due vite una svolta (1977). 
band, sf. invar. Orchestra jazz o da ballo in cui prevalgono gli strumenti a fiato e a percussione. 
bànda, sf. 1 Compagnia di armati per la guerriglia. 2 Gruppo di suonatori di strumenti a fiato e a percussione; nacque quando si diffusero i primi spettacoli musicali all'aperto. 3 Gruppo organizzato di malviventi. 4 Intervallo di frequenze occupato da un segnale. 5 Striscia di stoffa applicata a un vestito. ~ fascia, fettuccia. 
Banda (città) Città (72.000 ab.) dell'India, nello stato dell'Uttar Pradesh, capoluogo del distretto omonimo. 
Banda (isole) Gruppo di isole (60.000 ab.) dell'Indonesia. 
Banda (mare) Mare interno (695.000 km2) dell'oceano Pacifico. 
Banda Aceh Città (143.000 ab.) dell'Indonesia, capoluogo della provincia di Aceh. 
Banda degli onesti, La Film commedia, italiano (1956). Regia di Camillo Mastrocinque. Interpreti: Totò, Peppino De Filippo. 
Bandama Fiume (720 km) della Costa d'Avorio. 
bandàna, s.f. piccolo foulard che si porta annodato alla testa o intorno al collo.
Bandar Abbas Città dell'Iran (88.000 ab.). Industria petrolchimica. Porto importante sullo stretto di Hormuz. 
Bandar Seri Begawan Città (55.000 ab.) del Brunei, capitale di Brunei. 
bandàto, agg. e sm. agg. Attraversato da banda. 
sm. Scudo col campo diviso diagonalmente in un numero pari di bande. 
bandeau, sm. invar. Ognuna delle due strisce di capelli che inquadrano il volto e si raccolgono sulla nuca nelle acconciature femminili. 
bandéggio, sm. Tecnica di evidenziazione della diversità di distribuzione delle sostanze proteiche sui cromosomi. 
Bandeira, Manuel (Recife, Pernambuco 1886-Rio de Janeiro 1968) Poeta. Tra le opere Libertinaggio (1930) e Stella della sera (1963). 
Bandeira, Pico da Cima montuosa (2.890 m) del Brasile. 
bandeirantes Bande di coloni portoghesi che, dal XVI al XVIII sec., capeggiarono spedizioni contro negri e indios. ~ paulisti. 
bandèlla, sf. 1 Piastra metallica infissa su imposte, sportelli e similari provvista all'estremità di un anello che li fissa nei cardini. 2 Risvolto. 
Bandèllo, Mattèo (Castelnuovo Scrivia, Alessandria 1485-Agen 1561) Novelliere e poeta. Nato da famiglia aristocratica, entrò fin dal 1504 nell'ordine dei domenicani, mantenendo però stretti contatti con gli ambienti cortigiani dell'Italia padana e con l'aristocrazia genovese. Nella fase più acuta delle guerre d'Italia, ebbe incarichi diplomatici al servizio di signori diversi. Visse sempre la sua condizione di frate in modo piuttosto libero e mondano. Nel 1541 emigrò in Francia, dove fu nominato vescovo di Agen. Rimase in Francia fino alla morte. Tra le opere sono da ricordare Quattro libri delle Novelle (1554-1573), più di 200 Rime (postumo, 1816). Le Novelle presentano una straordinaria varietà di situazioni e di personaggi con una lingua di grande immediatezza e vivacità. Esse ispirarono vari autori, tra i quali William Shakespeare (per la tragedia Romeo e Giulietta e per le commedie Molto rumore per nulla e La dodicesima notte), Stendhal, G. Byron e A. de Musset.