Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per provincia e giorno

Enciclopedia

Bernini, Doménico Stéfano(Roma 1657-1723) Figlio di Gian Lorenzo, storico della religione. Tra le opere, Memorie historiche (1685), Historia di tutte le heresie (1711) e la biografia del padre Vita del Cavalier Gio. Lorenzo Bernini (1713). 
Bernìni, Giàn Lorènzo(Napoli 1598-Roma 1680) Architetto, scultore e pittore, scenografo, costumista, commediografo, realizzò concretamente l'unione di tutte le arti, che costituiva uno degli ideali dell'uomo rinascimentale. Fu allievo del padre Pietro Bernini (Sesto Fiorentino, Firenze 1562-Roma 1629). Con il collega e rivale, Francesco Borromini, fu uno dei protagonisti principali del Seicento romano. La sua opera scultorea, contraddistinta dal ricco movimento e dall'uso delle forme scenografiche, che animano di dinamicità i soggetti classici raffigurati, rimane uno degli esempi più insigni del barocco e costituisce uno dei risultati più alti dell'arte italiana. Tra le sue opere di scultura romane si ricordano Enea e Anchise (opera realizzata insieme al padre Pietro), Ratto di Proserpina, David (1623) e Apollo e Dafne (1622-1624), il Ritratto del cardinale Scipione Borghese (1632) della galleria Borghese; la cattedra di San Pietro (in marmo, bronzo e stucco dorato, 1657-1666), l'Estasi di Santa Teresa in Santa Maria della Vittoria (Cappella Cornaro, 1644-1652), la fontana del Tritone (in piazza Barberini, 1640) e quella dei Fiumi (in piazza Navona, 1648-1651). Ugualmente notevoli sono le opere architettoniche. Debuttò come architetto ad appena ventisei anni, quando il nuovo papa, Urbano VIII Barberini, gli commissionò il Baldacchino di San Pietro (una specie di tabernacolo sostenuto da quattro colonne, posto sopra l'altare maggiore, con lo scopo di indicare visivamente la sottostante tomba del martire). Il difficile compito di non turbare lo spazio michelangiolesco viene risolto con una costruzione apparentemente mobile, alleggerendone le colonne mediante linee avvitate e l'uso di materiali compositi (bronzo con dorature, legno e marmo, 1624-1633). Nel 1642 ricevette da papa Urbano VIII l'incarico di realizzare il monumento funebre da collocare nell'abside di San Pietro (1642-1647). Anche in questo caso, il lontano richiamo delle tombe medicee viene elaborato dinamicamente, attraverso l'uso sapiente del marmo bianco e del bronzo. Con il pontificato di Alessandro VII Chigi, Bernini realizzò la Cattedra e il Colonnato di San Pietro (1657-1665), la Scala regia in Vaticano (1656-1667), la chiesa di Sant'Andrea al Quirinale (1658-1670), il palazzo Barberini (iniziato nel 1625 da C. Maderno con l'aiuto del Borromini, compiuto nel 1633) e il palazzo di Montecitorio (1650-1655). La fama lo portò anche a Parigi, dove eseguì ben tre progetti per il Louvre (1665). Delle opere architettoniche, quella più imponente (284 colonne, 88 pilastri e una corona con 162 statue di santi) e universalmente nota è il colonnato di San Pietro. L'artista è riuscito a trasfondere un fortissimo significato simbolico nella struttura a pianta ellittica che abbraccia idealmente tutta la cristianità. 
bernòccolo, sm.1 Protuberanza della testa, naturale o causata da un colpo. ~ bitorzolo. 2 Disposizione naturale. ~ inclinazione. 
bernoccolùto, agg.Che ha bernoccoli. 
BernoulliFamiglia di matematici e scienziati proveniente da Anversa e stabilitasi in Svizzera, a Basilea, verso la fine del 1300. 
Jacques I 
(Basilea 1654-1705) Allievo di Liebniz, matematico, si dedicò al calcolo infinitesimale. Enunciò la legge dei grandi numeri. 
Jean I 
(Basilea 1667-1748) Si occupò di chimica, medicina, astronomia e analisi matematica. Tra i suoi allievi ebbe Eulero e il marchese de L'Hospital. 
Daniel I 
(Groninga 1700-Basilea 1782) Approfondì il calcolo delle probabilità; si interessò di fisica matematica analizzando il problema delle corde vibranti ed enunciando i principi della teoria cinetica dei gas. Dimostrò il teorema fondamentale per l'idrodinamica sulla conservazione dell'energia meccanica nel moto dei fluidi perfetti (1738), che prese il suo nome. 
Principio (o teorema) di Bernoulli 
Già formulato da Eulero e derivato dalla legge di conservazione dell'energia, dimostra che quando un fluido in movimento aumenta la propria velocità si verifica una diminuzione della sua pressione interna. Questo principio è di fondamentale importanza in aerodinamica, in quanto il suo enunciato può essere applicato anche a quei fluidi che, come l'acqua e l'aria, si muovono lungo una superficie (l'elica di un'imbarcazione o l'ala di un aereoplano). Il principio di Bernoulli trova applicazione pratica negli strumenti per la misurazione della velocità di un fluido, come il flussometro di Venturi. 
Bernstein, Eduard(Berlino 1850-1932) Politico tedesco di ideologia socialdemocratica dal 1872; esponente della II Internazionale, revisionò il pensiero marxista (I presupposti del socialismo e i compiti della socialdemocrazia, 1899). 
Bernstein, Leonard(Lawrence 1918-New York 1990) Compositore, direttore d'orchestra e pianista statunitense. Diresse la New York Philharmonic Orchestra dal 1956 al 1966. Compose numerosi lavori, tra cui si ricordano Trouble in Tahiti (opera in un atto, 1952), A quiet place (opera in un atto, 1983), West side story (commedia musicale, 1957), le sinfonie Jeremiah (1943) e The age of anxiety (1949). Inoltre, Kaddish (1963) e Chichester Psalms (1965) per coro e orchestra. 
Bernutz, ascèsso diInfezione della parete addominale causata da agenti piogeni. 
BerosoSacerdote e astronomo caldeo, intorno al 280 a. C. scrisse in greco la storia di Babilonia fino all'epoca di Alessandro Magno. Tale narrazione fu molto importante perché, esponendo la cosmologia, introdusse nel mondo ellenico i primi rudimenti di concezione astrologica caldea. Beroso fondò sull'isola di Coo una scuola di astrologia. 
BerounkaFiume (247 km) della Repubblica Ceca, nella Boemia. Si forma a Plzeņ e confluisce nella Moldava. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)