Novità del sito: Mappe antiche

bottegàio, sm. Chi ha la bottega per vendere una merce o più merci. ~ negoziante. 
botteghìno, sm. 1 Biglietteria di teatri, stadi e simili. ~ cassa. 2 Ricevitoria del lotto. 
Bòttego, Vittòrio (San Lazzaro Parmense 1860-Daga Roba, Etiopia 1897) Esploratore. Nelle spedizioni in Dancalia e lungo il corso dei fiumi Giuba e Omo (1891-1897), scoprì il lago Margherita. Venne assassinato dagli abissini del negus Menelik. 
Botterìni-Benadùci, Lorènzo (Sondrio 1698-Messico 1749) Storico. Visse in Messico dal 1736 al 1742, anno in cui dovette rientrare in Europa per ordine del viceré di Spagna. In seguito, Filippo V gli conferì l'incarico di storico delle Indie. Tra le opere, l'Idea de nueva historia general de la America Septentrional (1746) che costituì una fonte preziosa di riferimento per gli storici messicani. 
botticèlla, sf. 1 Piccola botte. 2 A Roma, carrozza di piazza. 
Botticèlli, Sàndro (Firenze 1445-1510) Soprannome di Alessandro di Mariano Filipepi. Allievo di Filippo Lippi, risentì inizialmente anche dell'influenza del Pollaiolo e del Verrocchio (Madonna del Roseto, 1468; La fortezza, 1470; San Sebastiano, 1474). Dal 1470 il suo stile è completamente formato e si produce in capolavori straordinari, da cui traspare la leggera poesia del Poliziano. Nelle sue opere lo stile agile, la linea sottile e il colore delicato trasfigurano la realtà con una perfezione di forme che rientra nella concezione culturale umanistica medicea. Le scene allegoriche ora liriche, ora drammatiche sono dipinte con plastica leggerezza: dinamismo e cromatismo delicato sono le caratteristiche salienti. Tra le sue opere, Pala delle convertite, Giuditta e Oloferne, Adorazione dei Magi, Allegoria della primavera (circa 1478), Nascita di Venere (circa 1485), Pallade che doma il Centuaro, Madonna del Magnificat (tutti agli Uffizi di Firenze) e gli affreschi della Cappella Sistina, con i tre riquadri Punizione dei ribelli, Prove di MosŤ e Prove di Cristo (1481-1482). Dopo il 1490 lo colse una crisi mistica in cui giocò anche la predicazione del Savonarola; la sua pittura si immalinconì e la linea si fece più spezzata conferendo alle opere, da allora a solo carattere sacro, forte drammaticità (La calunnia, Firenze, Uffizi, La crocifissione, Cambridge, Museo Fogg, La derelitta, Coll. Pallavicini, Roma). 
botticelliàno, agg. 1 Proprio del pittore Botticelli. 2 Che ha forme esili e raffinate. 
Botticìno Comune in provincia di Brescia (9.624 ab., CAP 25080, TEL. 030). 
botticìno, sm. Calcare di colore bianco giallo pallido con sottili venature rosee, a grana fine del Lias inferiore della Lombardia. 
Bòttida Comune in provincia di Sassari (825 ab., CAP 07010, TEL. 079). 
bottìglia, sf. 1 Recipiente di vetro, plastica con collo stretto per contenere liquidi. ~ flacone. 2 Quantità di liquido contenuto in una bottiglia. hanno bevuto una bottiglia di vino
bottigliàta, sf. Colpo dato con una bottiglia. 
bottiglièra, sf. Settore del banco del bar che contiene bottiglie. ~ enoteca, cantina. 
bottiglière, sm. 1 Cantiniere. 2 Venditore di liquori o altre bevande. 3 Mobiletto a più ripiani ove si conservano bottiglie. 
bottiglierìa, sf. 1 Negozio ove si vendono vini e liquori, specialmente in bottiglia. ~ enoteca. 2 Locale ove si conservano bottiglie di vini pregiati. ~ cantina. 
bottiglióne, sm. Grossa bottiglia della capacità di circa due litri. 
bottinàre, v. v. intr. 1 Delle api operaie, volare alla raccolta di nettare, polline; delle formiche operaie, far raccolta di cibo. 2 Saccheggiare, far bottino. 
v. tr. Concimare con bottino. 
bottinatùra, sf. Concimazione con bottino. 
bottìno, sm. 1 Il frutto di una rapina. ~ refurtiva. 2 Pozzo nero. 
bòtto, sm. 1 Colpo. ~ urto. 2 Rumore secco e forte. ~ detonazione. di botto, all'improvviso. 3 Fuoco d'artificio. ~ mortaretto. 4 Notizia inattesa che provoca forte scalpore. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)