Novità del sito: Mappe antiche

Bruìno Comune in provincia di Torino (6.135 ab., CAP 10090, TEL. 011). 
bruìre, v. intr. Frusciare, emettere leggeri rumori, detto di pioggia, vento e simili. 
brzlé, agg. invar. Detto di vino bollito con spezie e zucchero, che si beve caldo. 
brulicàme, sm. Moltitudine di insetti brulicanti. 
brulicàre, v. intr. 1 Muoversi confusamente, detto di una moltitudine di insetti, persone. ~ formicolare. la folla brulicava nelle vie principali. 2 Pullulare. ~ vorticare. 
brulichìo, sm. Intenso brulicare. 
brùllo, agg. Spoglio di vegetazione. ~ riarso. <> rigoglioso. 
brulòtto, sm. Galleggiante carico di esplosivo destinato a far esplodere o incendiare le navi nemiche. 
brum, sm. invar. Sorta di carrozza pubblica. 
brùma, sf. Foschia, nebbia. ~ caligine, nebbiolina. 
brumàio, sm. Secondo mese del calendario repubblicano francese. 
brumàle, agg. Invernale, nebbioso. 
Brumàno Comune in provincia di Bergamo (78 ab., CAP 24037, TEL. 035). 
bruméggio, sm. Miscuglio della pulitura del pesce e di avanzi di cibo, utilizzato dai pescatori per attirare il pesce. 
brumìsta, sm. (pl.-i) Vetturino di piazza. ~ cocchiere. 
brumóso, agg. Fosco di bruma. ~ annebbiato, caliginoso, nebbioso. <> limpido, terso. 
brunàstro, agg. Che tende al bruno. 
Brunàte Comune in provincia di Como (1.761 ab., CAP 22034, TEL. 031). 
brunch, sm. invar. Pasto della tarda mattinata, costituito da una prima colazione ricca e variata, in grado di sostituire il pranzo. 
Brunechìlde (534?-613) Nel 567 sposò Sigeberto I d'Austrasia, e dal 575 resse il trono per il figlio Tildeberto II. Combatté aspramente contro il regno di Neustria, il cui re Clotario II la uccise. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)