Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

brùno, agg. e sm. agg. 1 Di colore castano scuro. ~ brunastro, marrone, marroncino. <> biancastro, chiaro. 2 Di persona, che ha carnagione o capelli scuri. 
sm. 1 Il colore bruno. 2 Persona dal colorito bruno. <> biondo. preferisce le bionde alle brune. 3 Buio. 
Brùno Comune in provincia di Asti (394 ab., CAP 14040, TEL. 0141). 
Brùno Tedéschi, Albèrto (Moncalieri, Torino 1915-) Compositore. Già sovrintendente del Teatro Regio di Torino, è autore di concerti e di composizioni per teatro (Villon, 1941). 
Brùno, Giordàno (Nola 1548-Roma 1600) Filosofo e letterato. Appartenente all'ordine dei domenicani, cadde in sospetto di eresia presso i suoi superiori e per tale motivo subì un processo. Deposto l'abito religioso, fuggì a Ginevra dove aderì al calvinismo. Vagò per diverso tempo prima di essere invitato a Venezia dal nobile Mocenigo che poi lo denunciò all'Inquisizione. Trasportato nelle carceri romane, fu condannato al rogo. Con la sua concezione naturalistica di tipo panteistico accettò la visione copernicana dell'universo; credette nell'infinità dell'universo e lo considerò come luogo che si palesa sotto diverse forme, nel quale si elidono tutte le differenze e apposizioni, e contenente la causa e il principio (Dio). Tra le sue opere, La cena delle ceneri, De la causa, principio et uno, De l'infinito universo et mondi, Lo spaccio de la bestia trionfante, De gl'heroici furori (1584-1585) e la commedia Il candelaio (1582). 
Brunóne di Colònia (Colonia 1030 ca.-Serra San Bruno, Catanzaro 1101) Santo. Rettore della scuola di Reims alla morte di Hermann, fu in seguito cancelliere (1075). Riuscì a far deporre l'arcivescovo Manasse di Gournay che gli aveva confiscato i beni. Fondò l'ordine dei certosini nella Grande Certosa nei pressi di Grenoble nel 1084 e in Calabria (Serra San Bruno, 1094) ove morì. Fu consigliere di papa Urbano II nel suo breve soggiorno a Roma. 
Brunóne di Sassònia (Querfurt 974-1009) Santo. Monaco sassone originario di Querfurt, venne assassinato dalle popolazioni slave in Prussia mentre cercava di convertirle. 
Brunòri, Ènzo (Perugia 1924-) Pittore. Esponente della pittura informale, ha partecipato a importanti esposizioni d'arte a Venezia e a Roma. 
Brunswick Casato che iniziò con Ottone, nipote di Enrico il Leone, duca di Sassonia (XII sec.). I personaggi di maggior rilievo furono Ottone IV (1175-1219), re di Germania (1198), Alberto I il Leone (1236-1279), Ernesto Augusto (1629-1698), primo elettore dell'Hannover, Elisabetta Cristina (1691-1750), moglie di Carlo VI imperatore, e madre dell'imperatrice Maria Teresa, Carlo Guglielmo Ferdinando (1735-1806), del ramo secondario di Bevern, generale sconfitto a Valmy dai francesi (1792), Augusto Luigi Massimiliano (1806-1884), governatore del Brunswick dal 1831. 
Manifesto di Brunswick 
Editto emesso nel 1792, durante la rivoluzione francese, da Carlo Guglielmo Ferdinando Brunswick, capo delle forze armate austro-prussiane; prometteva violente reazioni antifrancesi qualora si fosse recata offesa a Luigi XVI o alla sua famiglia. 
Brusapòrto Comune in provincia di Bergamo (3.155 ab., CAP 24060, TEL. 035). 
Brusàsco Comune in provincia di Torino (1.585 ab., CAP 10020, TEL. 011). 
brùsca, sf. (pl.-che) 1 Spazzola fatta di setole, per cavalli. ~ striglia, spazzolone. 2 Malattia dell'olivo provocata da un fungo degli Ascomiceti. È favorita dall'umidità e dalle alte temperature. 
bruscaménte, avv. 1 Con malgarbo, seccamente. ~ aspramente. <> cortesemente. 2 Improvvisamente, di colpo. ~ repentinamente. <> gradualmente. 
bruscèllo, sm. Rappresentazione popolare all'aperto eseguita durante il carnevale in Toscana, di origine senese. 
bruschétta, sf. Fetta di pane abbrustolita, strofinata con aglio e condita con olio e sale. 
bruschétto, sm. Spazzola per cavalli, bruschino. 
bruschézza, sf. Inattesa durezza. 
bruschinàre, v. tr. Ripulire con il bruschino. 
bruschìno, sm. Spazzola di saggina adoperata dalle lavandaie per asportare lo sporco o dagli stallieri per pulire il manto dei cavalli. 
Brusciàno Comune in provincia di Napoli (14.019 ab., CAP 80031, TEL. 081). 
brùsco, agg. 1 Che ha sapore asprigno. ~ agro. <> zuccherino. 2 Sgarbato. ~ rude. <> affabile. 3 Improvviso. ~ inatteso. <> atteso, previsto. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)