Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Buio a mezzogiorno Romanzo di A. Koestler (1940). 
Buio e il miele, Il Opera di narrativa di G. Arpino (1969). 
Buio in cima alle scale. Il Commedia di W. Inge (1957). 
Buio oltre la siepe, Il Film drammatico, americano (1962). Regia di Robert Mulligan. Interpreti: Gregory Peck, Mary Badham, Brock Peters. Titolo originale: To Kill a Mockingbird 
Buitóni, Giovànni (1822-1901) Collaborò enormemente allo sviluppo dell'omonimo pastificio fondato nel 1827 e in seguito acquisito dalla Nestlè. 
Bujumbura Città (236.000 ab.) del Burundi, capitale dello stato e capoluogo della provincia omonima. 
Bukavu Città (168.000 ab.) dello Zaire, capoluogo della regione del Kivu, al confine con il Ruanda. 
Bukhara Città dell'Uzbekistan (224.000 ab.), capoluogo della provincia omonima (39.400 km2, 1.141.000 ab.). L'economia è basata in prevalenza sulle industrie tessili e l'agricoltura, resa possibile dall'oasi del deserto Kyzylkum e dalla rete di irrigazione. La città è rinomata per i suoi tappeti; possiede stupendi monumenti, tra cui la moschea Kalian e il mausoleo di Ismail ibn Ahmad (X sec.). 
Bukidnon Provincia (632.000 ab.) delle Filippine, nell'isola di Mindanao. Capoluogo Malaybalay. 
Bukowski, Charles (Andernach, Germania, 1920-San Pedro, California 1994) Scrittore. Tra le opere Storie di ordinaria follia (1972), Donne (1994) e postuma Pulp. Una storia del XX secolo (1995). 
Bulacan Provincia (1.096.000 ab.) delle Filippine, nell'isola di Luzon. Capoluogo Malolos. 
Bulawayo Città (621.000 ab.) dello Zimbabwe, nelle Matopo Hills. Capoluogo della provincia del Matabeleland Meridionale. 
bulbàre, agg. Relativo a bulbo. 
bulbicoltóre, sm. Chi pratica la bulbicoltura. 
bulbicoltùra, sf. Branca della floricoltura relativa alla coltivazione delle piante bulbose. 
bulbìfero, agg. Fornito di bulbi. 
bulbifórme, agg. Che ha forma di bulbo. 
bulbìllo, sm. Gamma a bulbo che non sviluppandosi sulla pianta cade a terra, mettendo così nuove radici. 
bùlbo, sm. In botanica è un organo, di solito sotterraneo, formato da un fusto molto breve che porta un germoglio avvolto da squame molto sviluppate e ispessite, carnose all'interno e papiracee all'esterno, sovrapposte le une alle altre (catafilli), che funzionano come organi di riserva delle sostanze nutritive. Esempi di bulbo sono cipolle, tulipani, gigli, giacinti, aglio, porro. 
In biologia sono così chiamati quegli organi o parti di essi, la cui forma sia paragonabile a quella di un bulbo vegetale (per esempio il bulbo pilifero è la protuberanza alla radice del pelo). 
bulbóso, agg. Fornito di bulbo. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)