Enciclopedia

Càmo Comune in provincia di Cuneo (253 ab., CAP 12050, TEL. 0141). 
Camões Opera di poesia di J. B. Garrett (1823). 
Camões, Luís Vaz de (Lisbona o Coimbra 1524?-Lisbona 1580) È il più grande poeta portoghese. Con l'opera I lusiadi (1572), poema epico in dieci canti, volle narrare e acclamare l'impresa di Vasco de Gama, profondendosi in divagazioni sulla grandezza della sua patria e nelle lodi dei navigatori che portarono la bandiera del piccolo Portogallo in continenti lontani. Ispirate in parte dalla lettura del nostro Petrarca sono le sue Rime (pubblicate postume nel 1580). Compose inoltre una grande quantità di opere minori (sonetti, liriche, odi, canzoni) e gli autos Filodemo, Anfitrione e Il re Seleuco
Camògli Comune in provincia di Genova (6.033 ab., CAP 16032, TEL. 0185). 
càmola, sm. Tignola; larva d'insetto. ~ tarlo. 
camolàto, agg. Rovinato dalle camole. 
camomìlla, sf. 1 Nome comune di alcune Composite fra cui la Matricaria chamomilla (camomilla comune) dai cui capolini si ricava per infusione l'omonima bevanda. 2 Infuso di fiori di camomilla. 
Camòn, Ferdinàndo (San Salvano d'Urbana, Padova 1935-) Romanziere. Tra le opere Occidente (1975) e Una malattia chiamata uomo (1981). 
camòrra, sf. 1 Associazione malavitosa napoletana le cui origini risalgono al periodo della dominazione spagnola. 2 Criminalità organizzata. ~ mafia. 3 Associazione di persone per scopi prettamente personali anche a svantaggio di altri. ~ combriccola. 
camorrìsmo, sm. 1 Atteggiamento di chi fa camorra. 2 Il fenomeno stesso della camorra. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)