Enciclopedia

cancellàre, v. v. tr. 1 Annullare uno scritto raschiandolo, togliendolo con la gomma oppure facendo dei tratti, con la penna, sopra le parole. ~ depennare. <> confermare, mantenere. gli cancellarono tutta l'introduzione della tesi. 2 Togliere, eliminare. ~ distruggere. <> conservare. : :'incontro previsto con lo scrittore fu cancellato all'ultimo momento. 3 Rendere nullo, abrogare. ~ annullare. <> convalidare. 4 Chiudere con un cancello. 5 Incrociare le braccia o le gambe. 6 Dimenticare. ~ rimuovere. cancellare dalla memoria 
v. intr. pron. Scomparire. ~ dileguarsi. 
Cancellàridi Famiglia di Molluschi Gasteropodi prosobranchi dell'ordine degli Stenoglossi. 
cancellàta, sf. Serie di cancelli che separano un'area. ~ inferriata. 
cancellatùra, sf. 1 Segno fatto per cancellare. ~ frego. 2 Eliminazione. ~ cancellazione. 
cancellazióne, sf. 1 Atto, effetto del cancellare. 2 Estinzione. ~ annullamento. 
cancellerésco, agg. (pl. m.-chi) Che si riferisce alla cancelleria o ai cancellieri. 
cancellerìa, sf. 1 Ufficio del cancelliere, come attività oppure edificio. cancelleria consolare. 2 L'insieme di quanto serve per scrivere. la gomma un oggetto di cancelleria indispensabile
cancellétto, sm. Piccolo cancello. 
cancellieràto, sm. Ufficio del cancelliere. 
cancellière, sm. 1 Funzionario addetto alle scritture pubbliche. 2 Titolo e carica, in alcuni paesi, di uomini di stato. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)