Enciclopedia

candidézza, sf. Qualità di ciò che è candido. ~ purezza. 
càndido, agg. 1 Che ha un colore bianco luminoso. ~ immacolato. <> scuro. 2 Innocente, sincero. ~ puro. <> malizioso. 3 Ingenuo. ~ spontaneo. <> furbo, doppio. 
càndido, agg. 1 Che ha un colore bianco luminoso. ~ immacolato. <> scuro. 2 Innocente, sincero. ~ puro. <> malizioso. 3 Ingenuo. ~ spontaneo. <> furbo, doppio. 
Candìdoni Comune in provincia di Reggio Calabria (497 ab., CAP 89020, TEL. 0966). 
candidòsi, sf. Infezione da miceti del genere Candida. Colpisce prevalentemente soggetti immunodepressi. Tipiche le localizzazioni genitali, orali (mughetto) e polmonari. La terapia si avvale di farmaci specifici (antimicotici) usati topicamente e sistemicamente. 
Candigliàno Fiume (61 km) delle Marche. Nasce dall'Appennino Umbro-Marchigiano e confluisce nel Metauro. 
Candiòlo Comune in provincia di Torino (4.417 ab., CAP 10060, TEL. 011). 
candìre, v. tr. Impregnare lentamente frutta con soluzioni zuccherine calde fino a che la concentrazione zuccherina sia sufficiente a garantirne la concentrazione. ~ confettare, glassare. 
candìto, agg. e sm. agg. Rivestito di zucchero. ~ glassato. 
sm. Frutto candito. ~ confettato. 
canditùra, sf. Operazione del candire la frutta. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)