Enciclopedia

cantorìa, sf. Parte della chiesa in cui stanno i cantori. 
cantorìnus, o cantorìno, sm. Libro di canti ecclesiastici contenente i recitativi e i canti sillabici liturgici. 
Cantos Opera di poesia di E. Pound (dal 1920 e postuma 1973). 
càntra, sf. Elemento dell'orditoio che sostiene le rocche di filo. 
Cantù Comune in provincia di Como (36.151 ab., CAP 22063, TEL. 031). Centro industriale (prodotti tessili, mobili e metalmeccanici) e dell'artigianato del merletto. Vi si trova la chiesa di San Paolo, risalente al XII sec., e, nella vicina località di Galliano, la basilica di San Vincenzo. Gli abitanti sono detti Canturini
cantùccio, sm. 1 Angolo appartato; nascondiglio. ~ angolino. 2 Pezzetto di pane o di cacio. 
Canulèio, Gàio (V sec. a. C.) Tribuno della plebe. Nel 445 a. C. propose l'omonima legge che aboliva il divieto di matrimonio tra plebei e patrizi. 
canutìglia, sf. 1 Ricamo a fili d'oro o argento con cui si adornano i paramenti. 2 Strisciolina attorcigliata d'oro o d'argento per ricami. 3 Cannellino di vetro colorato per ornare cappelli e vestiti. 
canùto, agg. 1 Bianco, detto di capelli o barba. ~ incanutito. 2 Saggio, maturo, assennato. 3 Nelle accezioni poetiche, bianco di spuma, coperto di neve. 
Canùto Nome di sovrani. 
Canuto II il Grande 
(995?-Shaftesbury 1035) Re d'Inghilterra dal 1016, dal 1018 divenne re di Danimarca e dal 1028 di Norvegia. Si occupò attivamente dell'organizzazione giuridica e militare dei suoi stati. A volte è chiamato Canuto I. 
Canuto III 
(?-1042) Succedette al padre Canuto II come re di Danimarca dal 1035; divenne re d'Inghilterra dal 1040. 
Canuto IV il Santo 
(1040 ca.-Odense 1086) Re di Danimarca dal 1080. Concedette alcuni privilegi alla chiesa. 
Canuto V 
(?-1157) Re di Danimarca dal 1146, venne assassinato da Sven III. 
Canuto VI 
(1163-Ringsted 1202) Figlio di Valdemaro I. Conquistò Pomerania e Meclemburgo (1185), e più tardi Lubecca e Amburgo (1201). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)