Enciclopedia

capsulotomìa, sf. Incisione chirurgica di una capsula articolare. 
captàre, v. tr. 1 Cercare di procurarsi, cattivarsi. ~ propiziarsi. captare la riconoscenza di qualcuno. 2 Derivare a sé qualcosa al fine di trarne utilità. 3 Intercettare per mezzo di un apparecchio ricevente le onde elettromagnetiche emesse durante una trasmissione radiofonica. ~ ricevere. <> trasmettere, inviare. 4 Cogliere al volo, indovinare, afferrare. ~ intuire. capt immediatamente l'idea
captàre, v. tr. 1 Cercare di procurarsi, cattivarsi. ~ propiziarsi. captare la riconoscenza di qualcuno. 2 Derivare a sé qualcosa al fine di trarne utilità. 3 Intercettare per mezzo di un apparecchio ricevente le onde elettromagnetiche emesse durante una trasmissione radiofonica. ~ ricevere. <> trasmettere, inviare. 4 Cogliere al volo, indovinare, afferrare. ~ intuire. capt immediatamente l'idea
captazióne, sf. Atto, effetto del captare. 
captìvo, agg. Prigioniero. 
Càpua Comune in provincia di Caserta (19.000 ab., 25 m, CAP 81043, TEL. 0823), situato in zona pianeggiante, su un'ansa del fiume Volturno. Il territorio è fertile e ben coltivato; possiede anche industrie alimentari e chimiche. Conserva insigni edifici e monumenti, molti dei quali di epoca barocca. Fu fondata dove sorgeva l'antica Casilinum, importante porto fluviale nel periodo romano e fortezza che difendeva il ponte sul fiume. Nel 900 si trasformò in principato autonomo; successivamente passò a Ruggero II di Sicilia; dopo essere passata nelle mani di francesi e spagnoli, fece parte del regno di Napoli. Fu assediata dai garibaldini e dai piemontesi e capitolò il 2 novembre 1860. 
Càpua Comune in provincia di Caserta (19.000 ab., 25 m, CAP 81043, TEL. 0823), situato in zona pianeggiante, su un'ansa del fiume Volturno. Il territorio è fertile e ben coltivato; possiede anche industrie alimentari e chimiche. Conserva insigni edifici e monumenti, molti dei quali di epoca barocca. Fu fondata dove sorgeva l'antica Casilinum, importante porto fluviale nel periodo romano e fortezza che difendeva il ponte sul fiume. Nel 900 si trasformò in principato autonomo; successivamente passò a Ruggero II di Sicilia; dopo essere passata nelle mani di francesi e spagnoli, fece parte del regno di Napoli. Fu assediata dai garibaldini e dai piemontesi e capitolò il 2 novembre 1860. 
capuffìcio ved. capoufficio 
Capuleti e i Montecchi, I Tragedia lirica in due atti di V. Bellini, libretto di F. Romani (Venezia, 1830). 
Capùrso Comune in provincia di Bari (13.470 ab., CAP 70010, TEL. 080). Centro agricolo (coltivazione di olive e uva) e industriale (prodotti alimentari e del legno). Gli abitanti sono detti Capursesi

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)