Enciclopedia

carpogònio, sm. Apparato sessuale femminile di molte alghe rosse. 
carpologìa, sf. Studio scientifico dei frutti. 
carpomanìa, sf. Alterazione delle condizioni fisiologiche della pianta costituita dalla presenza di numerosi frutti che restano piccoli, cadono prima del tempo o non maturano affatto. 
carpóni, avv. Nella posizione di chi cammina con ginocchia e mani per terra. ~ gattoni. 
carpoptòsi, sf. Caduta precoce dei frutti. 
Carrà, Càrlo (Quargnento, Alessandria 1881-Milano 1966) Pittore divisionista, uno dei più insigni in Italia, aderì presto al futurismo e successivamente alla metafisica. In seguito iniziò una profonda rimeditazione sulle più recenti esperienze artistiche e sulla tradizione italiana. Come risultato nacquero, a partire dagli anni '20, le maggiori creazioni del pittore, che hanno per oggetto vedute, prima della Liguria e della Valsesia, poi della Versilia, che diventerà il suo costante soggiorno estivo. I quadri venivano preparati durante l'estate e completati durante l'inverno a Milano. Ogni elemento della realtà viene rielaborato nella memoria e stilizzato. Tra le sue opere, Musa metafisica (1917, Milano, coll. privata), Il pino sul mare (1921, Roma, coll. Casella). 
Carrà, Raffaèlla (Bellaria 1942-) Raffaella Pelloni, ballerina e conduttrice televisiva. Condusse Canzonissima (1970-1972), Pronto... Raffaella? (1984) e Ricomincio da due (1990). 
Carrà, Stéfano Architetto vissuto intorno al 1600, famoso a Brescia per la costruzione della chiesa dei santi Faustino e Giovita (1622) e del palazzo Martinengo-Villagena. 
carràbile, agg. Si dice di strada che può essere percorsa con i carri. passo carrabile, tratto di strada che deve essere lasciato libero da veicoli per consentire il passaggio. 
Carràcci Famiglia di pittori e incisori bolognesi. 
Agostino (Bologna 1557-Parma 1602) Il più colto e intellettuale. Tra le sue opere, La comunione di San Girolamo (1591-1592, Bologna, Pinacoteca Nazionale) e Galleria Farnese (1597-1599, Roma, palazzo Farnese). 
Annibale (Bologna 1560-Roma 1609) Il più noto, nelle sue opere si percepisce una forte influenza del classicismo. Tra le opere Annunciazione (1585 ca., Bologna, Pinacoteca Nazionale), La Madonna degli Scalzi (1590 ca., Bologna, Pinacoteca Nazionale) e Adorazione dei Magi (1616, Milano, Brera). 
Ludovico (Bologna 1555-1619) Anticipò il naturalismo di Caravaggio. Tra le sue opere, Adorazione dei Magi

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)