Enciclopedia

cesellàto, agg. Si dice di ciò che ha subito un'opera di cesellatura. 
cesellatóre, sm. (f.-trìce) 1 Chi lavora di cesello. 2 Artigiano che lavora ceramiche o rilega libri. 
cesellatùra, sf. Lavoro eseguito col cesello. 
cesèllo, sm. 1 Strumento d'acciaio duro, smusso per incidere metalli. 2 L'arte del cesellare. 
Cesèna Comune in provincia di Forlì (90.000 ab., 44 m, CAP 47023, TEL. 0547), lungo la via Emilia; ortaggi, frutta, industrie alimentari, chimiche, dell'abbigliamento, del legno. Città romana, poi ostrogota, fu feudo malatestiano nel XIV sec. conoscendo un periodo di splendore; in seguito fu della Santa Sede. Biblioteca Malatestiana e cattedrale (XIV-XV sec.). 
cesèna, sf. Uccello (Turdus pilaris) della famiglia dei Turdidi e dell'ordine dei Passeriformi. Di colore scuro con la coda nera, vive in Europa e Asia ai margini dei boschi. Cerca il cibo in gruppo. 
Cesenàtico Comune in provincia di Forlì (20.390 ab., CAP 47042, TEL. 0547). Porto peschereccio, centro industriale (prodotti alimentari) e turistico (balneazione) del litorale adriatico. Vi si trova l'Acquarium dei delfini. Gli abitanti sono detti Cesenaticesi
CESI Sigla di Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano. 
Cèsi, Federìco (Roma 1585-Acquasparta 1630) Botanico e naturalista. Nei suoi studi, fu uno dei più importanti precursori di Linneo. Fondò e sostenne finanziariamente l'Accademia dei Lincei. 
Cesinàli Comune in provincia di Avellino (2.041 ab., CAP 83020, TEL. 0825). 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)