Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

connotàre, v. tr. Significare una cosa e, nello stesso tempo, una sua proprietà o un suo rapporto con un'altra cosa. ~ definire. 
connotatìvo, agg. Si dice di termine che, oltre a significare un oggetto, ne indica un attributo o un riferimento a qualche altra cosa. 
connotàto, agg. e sm. agg. Definito. 
sm. Usato specialmente al plurale, ciascuno dei tratti esteriori che caratterizzano una persona. 
connotazióne, sf. Ciò che una parola suggerisce o evoca, al di là del suo esatto significato. 
connùbio, sm. 1 Matrimonio. ~ sposalizio. 2 Accordo armonico. ~ alleanza. 
connubium, sm. La capacità di contrarre matrimonio, nel diritto romano, dal lat. connubio
còno, sm. 1 Figura geometrica generata dalla rotazione di un triangolo intorno a un cateto. 2 Tutto ciò che ha forma di cono. 3 In anatomia, cellula sensibile ai colori presente nella retina. 4 In botanica frutto falso delle Conifere (strobilo, pigna) formato da un corpo legnoso con molte squame contenenti i semi. 
conòcchia, sf. Pennacchio di canapa, cotone e simili che si pone attorno alla parte superiore della rocca, per filare. 
conòide, sm. 1 Solido con forma geometrica simile al cono. 2 Deposito sedimentario a forma di semicono, situato allo sbocco di un corso d'acqua. 
Conóne (444?-390 ca. a. C.) Stratega ateniese. Nel 405 a. C. lo spartano Lisandro lo sconfisse a Egospotami. A capo di una flotta persiana, sconfisse gli spartani a Cnido (394 a. C.). 
conopèo, sm. Velo che copre il tabernacolo e la pisside. 
conoscènte, agg., sm. e sf. agg. Che conosce. 
sm. e sf. 1 Chi conosce. 2 Persona con cui si hanno rapporti cordiali, ma non di amicizia. ~ amico. 
conoscènza, sf. 1 Il conoscere. ~ cognizione. <> ignoranza. non era a conoscenza di certi particolari scabrosi. 2 Cosa conosciuta. 3 Persona conosciuta. ~ conoscente, amico. 4 Facoltà di intendere e ragionare. annusando i sali riprese conoscenza. 4 Amicizia. ~ familiarità, dimestichezza. la loro conoscenza risaliva a molti anni addietro
Conoscenza soprannaturale, La Saggio di S. Weil (postumo 1950). 
conóscere, v. v. tr. 1 Prendere possesso intellettualmente di qualcosa inerente la realtà. ~ apprendere. 2 Avere rapporti di familiarità con qualcuno. conosceva molte persone che facevano al caso suo. 3 Venire a sapere. fra poco conosceremo il verdetto. 4 Possedere determinate nozioni specifiche di un certo campo del sapere. conosceva molte lingue straniere. 5 Avere pratica. conosceva il significato della parola solitudine. 6 Ammettere. conosceva perfettamente i suoi difetti. 
v. rifl. Dichiararsi. ~ riconoscersi. mi conosco: non saprei come risolvere quella situazione
v. rifl. rec. Di due o più persone, avere una relazione più o meno amichevole. 
conoscìbile, agg. Che si può conoscere. 
conosciménto, sm. Atto, effetto del conoscere. 
conoscitìvo, agg. Atto a conoscere. 
conoscitóre, sm. (f.-trìce) Chi conosce, esperto. ~ intenditore. <> profano, ignorante. 
conosciùto, agg. e sm. agg. Sperimentato. ~ affermato, noto. <> sconosciuto. 
sm. Solo al singolare, ciò che si conosce. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)