Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

Dacca(o Dhaka) Capitale del Bangladesh (6.000.000 ab.), situata sul fiume Burhi; porto fluviale a Narayanganj. Importante centro industriale del Paese con industrie alimentari, tessili, chimiche, del vetro, del legno e cantieri navali. Nel 1947, con la divisione della colonia britannica in Unione Indiana e Pakistan, divenne capitale della provincia orientale di quest'ultimo e, dal 1971, del Bangladesh. 
daccànto, avv.A fianco. ~ vicino. 
daccàpo, o da càpo, avv. e sm.avv. 1 Da capo, di nuovo, un'altra volta, da principio. ~ ancora. rieccoci daccapo con questa faccenda! 2 In uno scritto o nelle composizioni a stampa indica il cominciare una nuova riga. andare daccapo dopo il punto
sm. Didascalia che prescrive la ripetizione di un brano. 
dacché, cong.1 Da quando. 2 Poiché, giacché. ~ siccome. 
dacèlide, sm.Piccolo uccello coraciiforme australiano della famiglia degli Alcedinidi dal piumaggio bianco e bruno. 
DachauCittà della Baviera (33.000 ab.) situata nelle vicinanze di Monaco. Nel 1933 vi fu costruito il primo campo di concentramento nazista. Ospitò complessivamente 200.000 prigionieri di cui 70.000 circa morirono. Il lager fu liberato il 28 aprile 1945. 
dachiardìte, sf.Silicato idrato di sodio, potassio e calcio del gruppo delle zeoliti. Si presenta in piccoli cristalli di colore biancastro. 
DachsteinVetta (2.995 m) dell'Austria, nelle Alpi Orientali. La cima più elevata delle Prealpi del Salisburgo. 
dàcia, sf.(pl.-cie o-ce) Villetta rustica russa. 
DàciaAntica regione della Tracia, regno dei daci. Abitata da popolazioni, divise in tribù, dedite alla pastorizia e all'agricoltura, fu ripetutamente invasa da stirpi celtiche. Il re Burebista (60 a. C.) conquistò Tracia e Pannonia. Dopo numerosi scontri con i romani, si giunse a una riappacificazione (89) che segnò l'inizio della colonizzazione romana del Paese. Con la definitiva conquista da parte di Traiano, al termine delle guerre daciche (101-106), fu ridotta a provincia romana. All'arrivo dei goti, nel 271, fu abbandonata da Aureliano. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)