Enciclopedia

delìnquere, v. intr.Commettere uno o più delitti. 
deliquescènte, agg.Detto di sostanza che presenta il fenomeno della deliquescenza. 
deliquescènza, sf.Fenomeno per cui certe sostanze solide si sciolgono nel vapore acqueo contenuto nell'aria. 
delìquio, sm.Svenimento. ~ mancamento. 
delirànte, agg.1 Che delira. 2 Privo di misura. ~ irragionevole, sfrenato. <> ragionevole, sensato. 
deliràre, v. intr.Essere fuori di sé, vaneggiare. ~ sragionare. <> ragionare. 
delìrio, sm.1 Esaltazione della mente provocata da malattia o da passione. ~ farneticazione, vaneggiamento. <> lucidità, sanità. 2 Stato di coscienza caratterizzato da convinzioni erronee o illogiche. 3 Entusiasmo collettivo, esaltazione passionale. ~ eccitazione. <> calma. 
delirium cordis, loc. sost. m. invar.Fibrillazione dell'atrio cardiaco. 
delìrium trèmens, sm. invar.Grave agitazione psicomotoria conseguente ad alcolismo cronico. 
Delitàla, Giàcomo(Sassari 1902-Milano 1972) Penalista italiano. Dal 1947 docente di diritto penale all'università di Milano, fu anche autore di varie opere e direttore responsabile della Rivista italiana di diritto o procedura penale

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)