Enciclopedia

devotio moderna Movimento di riforma religiosa di carattere mistico e ascetico nato nei Paesi Bassi verso la fine del XIV sec. 
devòto, agg. e sm. agg. 1 Che è pronto a far sacrificio di sé a Dio, lo prega abitualmente e ne segue i precetti. ~ credente. animo devoto. 2 Che si dedica interamente a un ideale. ~ dedicato. era devoto al principio della libertÓ. 3 Affezionato, fedele. ~ fidato. un amico devoto
sm. 1 Che frequenta assiduamente le sacre funzioni. ~ credente. <> ateo, irreligioso. 2 Persona affezionata e fedele. ~ rispettoso. 
Devòto, Giàcomo (Genova 1897-Firenze 1974) Linguista. Tra le opere I fondamenti della storia linguistica (1951) e Dizionario della lingua italiana (con G. C. Oli, 1971). 
devozionale, agg. Di devozione. 
devozióne, sf. 1 Vivo sentimento religioso. la devozione della popolazione era veramente molto radicata. 2 Venerazione speciale verso qualche santo. 3 Deferenza affettuosa verso una persona; dedizione, rispetto. ~ fedeltà. con devozione, formula di chiusura utilizzata nelle lettere. 
Dewar, James (Kincardine-on-Forth 1842-Londra 1923) Fisico inglese. Compì importanti studi sulle basse temperature. 
Dewey, John (Burlington 1859-New York 1952) Filosofo e pedagogista americano, fondò lo strumentalismo, dottrina secondo cui l'intelligenza è un prodotto dell'evoluzione biologica, mezzo per adattarsi all'ambiente. Tra le sue opere, Scuola e societÓ, Scuola ed educazione, Logica e Teoria dell'immagine
dextrarum iunctio, loc. avv. Presso i Romani era l'atto di stringersi la mano destra da parte degli sposi durante il rito nuziale 
Dezful Città (181.000 ab.) dell'Iran, nel Khuzistan. 
Dezzo Fiume (36 km) che nasce dalle Alpi Orobie in Lombardia. Confluisce nell'Oglio. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)