Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

discretìvo, agg. Atto a discernere. 
discretìvodiscrezionàle, agg. Detto di facoltà di fare quanto la legge non prescrive e non vieta, secondo l'arbitrio del magistrato. 
discrezionalità, sf. Facoltà di decidere e giudicare discrezionalmente. 
discrezióne, sf. 1 Facoltà di discernere, giudizio. ~ oculatezza. <> stoltezza. 2 Facoltà di scegliere, volontà. ~ arbitrio. 3 Capacità di tenere un segreto. 4 Senso della misura, moderazione, cautela, tatto. ~ riserbo. <> indiscrezione. 
discriminànte, agg. e sf. agg. Che discrimina. 
sf. Circostanza che toglie la responsabilità penale. 
In matematica funzione D razionale intera dei coefficienti di una equazione algebrica, che annullandosi costituisce condizione necessaria e sufficiente perché l'equazione abbia almeno una radice doppia. Nel caso dell'equazione di secondo grado, ax2 + bx + c = 0 si ha: D = b2-4ac; se D > 0 le radici sono reali e distinte; se D < 0 le radici sono coniugate e complesse. 
In ambito giuridico circostanza che annulla la responsabilità di un reato. 
discriminàre, v. tr. 1 Fare una differenza, distinguere. ~ differenziare. <> accomunare. 2 Fare discriminazioni di carattere razziale, sessuale, sociale o simili. ~ emarginare. <> accettare, accogliere. 3 Togliere la responsabilità penale. <> incolpare. 
discriminatòrio, agg. Di discriminazione; che attua una discriminazione. 
discriminatùra, sf. Scriminatura dei capelli. 
discriminazióne, sf. 1 Il discriminare, il fare differenza. ~ distinzione. discriminazione razziale. 2 Disparità di trattamento. questa discriminazione di retribuzione non mi sembra giustificata

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)