Enciclopedia

abiosfèra, sf. La parte del nostro pianeta ove non è possibile la vita. 
abiòtico, agg. (pl. m.-ci) In ecologia, di zona, strato del suolo e simili, non popolati da alcun organismo vivente. 
abiotrofìa, sf. Processo che provoca in particolare la degenerazione precoce dei tessuti nervosi. 
abissàle, agg. 1 Degli abissi marini. ~ profondo. 2 Enorme, spropositato. ~ incalcolabile. <> esiguo. 3 In geologia rappresenta il magma posto a grande profondità nella crosta terrestre. 
In geografia, la regione abissale indica le profondità dello spazio marino comprese tra 2.000 e 6.000 m, nelle quali la luce solare non può penetrare. Per questo motivo manca la vegetazione e sono presenti animali in grado di sopportare alte pressioni e basse temperature (prossime a zero gradi centigradi). 
Fauna abissale 
La comunità faunistica che vive negli abissi è costituita da predatori di due specie: la fauna abissale bentonica, così definita perché vive sul fondo del mare, e quella nectonica, così chiamata perché libera di nuotare. Esse hanno adattato la loro struttura fisica all'ambiente abissale privo di luce: organi bioluminescenti, occhi telescopici ecc. 
Piana abissale 
È costituita dalla sezione piana dei fondali marini che unisce la parte della dorsale medio-oceanica alla parte continentale. È posta a una profondità di circa 3.800 m. 
abissàre, v. tr. e intr. Inabissare, inabissarsi. 
Abissi Film d'avventura, americano (1977). Regia di Peter Yates. Interpreti: Robert Shaw, Jacqueline Bisset, Nick Nolte. Titolo originale: The Deep 
Abissìnia Nome con cui viene chiamato il nucleo centrale dell'Etiopia. La zona comprende le regioni di Scioà, Tigré, Goggiam e Amara e comprende l'altopiano etiopico che ha un'altezza media di quasi 2.000 m. Il clima della regione varia secondo l'altitudine, con temperature medie annue che oscillano tra i 22 °C e i 28 °C circa. Ad altitudini superiori ai 2.400 m, si hanno temperature che si attestano sui 16 °C. Le piogge si concentrano nei mesi di giugno e settembre e, con minor frequenza, nei mesi di febbraio e marzo. Di conseguenza la vegetazione varia dalle specie tipiche della savana alla ricca vegetazione delle valli, mentre la zona temperata comprende prati adibiti a pascoli e sui rilievi si ha prevalenza di vegetazione arbustiva. Questa regione, abitata da abissini e da amara, è la più popolata dell'Etiopia. 
abissìno, agg. e sm. agg. Dell'altopiano etiopico. 
sm. Abitante, nativo dell'Abissinia. 
abìsso, sm. 1 Profondità grandissima; baratro. ~ voragine. 2 Enorme differenza. ~ divario. 3 Rovina. ~ perdizione. 
abìsso, sm. 1 Profondità grandissima; baratro. ~ voragine. 2 Enorme differenza. ~ divario. 3 Rovina. ~ perdizione. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)