Enciclopedia

Erano tutti figli miei Dramma di A. Miller (1947). 
erariàle, agg. Relativo all'erario 
eràrio, sm. Termine con il quale si definiscono le finanze dello stato. Nell'antica Roma era il tesoro dello stato, conservato nel tempio di Saturno (Aerarium Saturni) e gestito attraverso un registro delle entrate e dei bilanci finanziari. Durante la repubblica lo custodivano i questori urbani e, dietro autorizzazione, potevano disporne i magistrati; apposito personale ne curava la gestione. L'importanza dell'erario si ridusse durante l'impero con l'introduzione del Fiscus, la cassa dell'imperatore. 
erasmiàno, agg. Relativo a Erasmo da Rotterdam. 
Pronuncia erasmiana 
Pronuncia del greco antico che segue la teoria di Erasmo. 
Eràsmo da Rotterdam (Rotterdam 1466-Basilea 1536) Nome latinizzato di Geert Geertsz, umanista olandese. Dedicò la maggior parte dei suoi studi all'ambito religioso e scrisse L'elogio della pazzia, una satira della teologia scolastica, dell'immortalità del clero e della curia ed esaltazione della follia del vero cristiano che dedica la sua vita alla fede. Si oppose duramente al protestantesimo di Lutero, condividendo comunque la necessità di rinnovamento in ambito ecclesiastico. L'elogio della pazzia è un'opera di condanna della società che ricorre sempre più spesso alla guerra come strumento di risoluzione delle controversie; altre opere sono Gli adagia, Institutio principis christiani, Colloquia familiaria e Parafrasi al Nuovo Testamento, con testo latino a fronte. 
ERASMUS Sigla di European Action Scheme for the Mobility of University Students (progetto di impegno europeo a favore della mobilità degli studenti universitari). 
erastianìsmo, sm. Dottrina politico-religiosa, predicata da Erasto e dai suoi seguaci, consistente nella sottomissione della chiesa allo stato. 
Èrato Personaggio mitologico, musa della poesia amorosa. 
Eratòstene (Cirene 272-Alessandria 192 a. C.) Scienziato e letterato greco, celebre per aver determinato la lunghezza del meridiano terrestre (circa 46.000 km secondo i suoi calcoli), e per il suo metodo, denominato crivello di Eratostene, per la ricerca dei numeri primi. Sostenne inoltre l'ipotesi della rotondità della Terra, applicando metodi matematici e astronomici allo studio della geografia. Allievo di Arcesilao ad Atene, si trasferì poi ad Alessandria, dove intorno al 246 a. C. ebbe dal re Tolomeo Evergete l'incarico di dirigere la biblioteca, come successore di Apollonio Rodio. Ebbe interessi molteplici, che spaziano dalla critica letteraria alla cronologia, alla matematica, alla geografia, alla filosofia e alla poesia. Le sue opere sono andate tutte perdute, tranne pochi frammenti che testimoniano la versatilità del suo ingegno e la profondità della sua dottrina. 
Crivello di Eratostene 
Metodo matematico che consente l'individuazione dei numeri primi inferiori a un numero dato N; si basa sull'eliminazione successiva dalla sequenza dei numeri naturali minori di N dei multipli di 2, dei multipli di 3, dei multipli di 5, … 
èrba, sf. 1 Ogni pianta bassa il cui fusto rimane verde e tenero senza diventare legnoso. 2 L'insieme delle piante erbacee che ricoprono un terreno. 3 Droga da fumare. ~ marijuana. 4 Al plurale, erbaggi. ~ verdure. 5 Al plurale, erbe medicinali. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)