Enciclopedia

èsile (1), agg. Minuto, delicato. ~ fragile. <> massiccio. 
esìle (2), sm. Gruppo monovalente che si ottiene per eliminazione dell'ossidrile da un alcool esilico. 
esiliàre, v. v. tr. 1 Mandare o condannare all'esilio. ~ bandire, confinare. <> rimpatriare, richiamare. 2 Allontanare da un luogo. ~ cacciare, epurare. <> far rientrare. la felicitÓ Ŕ esiliata da questa landa desolata
v. rifl. 1 Andare spontaneamente in esilio. 2 Allontanarsi. ~ ritirarsi. 
esiliàto, sm. Profugo, esule. ~ fuoriuscito. <> rimpatriato. 
esìlico, agg. (pl. m.-ci) Relativo all'esilio, riferito in modo primario alla storia antica degli ebrei. 
esìlio, sm. 1 Bando. ~ espulsione. <> rimpatrio. fu condannato all'esilio per le sue idee politiche. 2 Il luogo in cui si vive in esilio. dall'esilio, faceva arrivare comunque le sue comunicazioni. 3 Allontanamento, condizione di isolamento. ~ emarginazione. 
Esilio Opera di poesia di Saint-John Perse (1942). 
Esilio e il regno, L' Racconto di A. Camus (1957). 
esilità, sf. L'essere esile. 
esimènte, agg., sm. e sf. Relativo a una situazione nella quale un fatto che usualmente viene proibito dalla legge non costituisce reato poiché esiste una norma che lo autorizza o lo impone. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)