Novità del sito: Aggiornato elenco banche

Enciclopedia

Evert, Chris (1954-) Tennista statunitense. Vinse tre volte Wimbledon (1974, 1976 e 1981) e quattro volte i campionati internazionali USA (1975, 1978, 1980 e 1982). 
Everyman Dramma di anonimo (fine XV sec.). 
evezióne, sf. Perturbazione periodica del moto della Luna causata dal Sole. 
Evgenij Onegin Romanzo in versi di A. Puskin (1830). Onegin è un giovane deluso dalla vita, divenuto scettico e crudele, che porta in un villaggio russo lo spleen inglese, respinge l'amore ingenuo di Tatiana che gli si offre, turba per gioco la felicità di un amico e lo uccide in duello. Più tardi ritrova la giovane, che egli aveva precedentemente rifiutato, e se ne innamora, ma lei lo respinge. Inizialmente identificatosi con Onegin, forse influenzato da Byron, Puskin rivolge ben presto le sue simpatie a Tatiana, giovane colta, ma di spirito autenticamente russo. L'opera fonde armonicamente elementi romantici e realistici. È stata musicata da Pëtr Il'ic Cajkovskij nel 1878. 
Evgenij Onegin 
Scene liriche in tre atti di P. Cajkovskij, da romanzo di A. Puskin (Mosca, 1879). 
evidènte, agg. 1 Chiaro, visibile. ~ lampante. <> oscuro. 2 Palese, inconfutabile. ~ inoppugnabile. <> equivoco. 
evidenteménte, avv. 1 In modo evidente, con evidenza. 2 A quanto risulta, senza dubbio. ~ certo. 
evidènza, sf. 1 Certezza, chiarezza. ~ realtà. <> dubbio. non poteva negare l'evidenza dei fatti. 2 Spicco. ~ risalto. molti personaggi in evidenza caddero in quella truffa
evidenziàre, v. tr. Mettere in risalto, rimarcare. ~ sottolineare. <> minimizzare. 
evidenziatóre, sm. Penna a tratto largo che si passa sopra a una o più parole per metterle in risalto. 
evìncere, v. tr. Dedurre, desumere. ~ ricavare. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)