Enciclopedia

Fénelon, François de Salignac de la Mothe (Castello di Fénelon 1651-Cambrai 1715) Scrittore e moralista francese, fu ecclesiastico dedito allo studio dei problemi pedagogici. Fu precettore del duca di Borgogna, nipote di Luigi XIV, per cui scrisse le Favole, I dialoghi dei morti e Le avventure di Telemaco, romanzo pedagogico, fondato su principi di tolleranza e moderazione, anticipatore di molti elementi dell'illuminismo, nonché iniziatore di una nuova prosa poetica. Cacciato da corte e nominato vescovo di Cambrai, si avvicinò al quietismo, polemizzando con Bossuet, e attirandosi le condanne della chiesa, in seguito alla pubblicazione della Spiegazione delle massime dei Santi. Tra le altre opere, Le Tavole di Chaulnes, Lettera alla Académie Française
Fenestèllidi Famiglia di briozoi fossili che si trovano nei terreni paleozoici. 
Fenestrèlle Comune in provincia di Torino (678 ab., CAP 10060, TEL. 0121). 
Feng Meng-lung (ca. 1574-1645) Favolista cinese. Tra le opere Storie per istruire la gente, Storie per mettere in guardia la gente e Storie per svegliare la gente
Fengshan Città (294.000 ab.) di Taiwan, capoluogo della contea di Kaohsiung. 
feniàni Nelle leggende epiche irlandesi confluite nell'Ossian, nome di una serie di guerrieri legati al loro signore, l'eroe Finn, da uno stretto legame di devozione. 
fenìce, sf. 1 Uccello leggendario che gli Egizi rappresentavano sotto le sembianze di un airone; originario dell'Etiopia, viveva oltre 500 anni. Sentendosi prossima alla fine costruiva un rogo di piante aromatiche ove moriva bruciata; dalle ceneri risorgeva un'altra fenice che volava a Eliopoli dove veniva consacrata nel tempio del Sole. Tornava infine in Etiopia per vivere la sua lunghissima esistenza, cibandosi di perle d'incenso. Erodoto la descrive come una grossa aquila dal variopinto piumaggio. 2 Persona o cosa più unica che rara. 3 Moneta d'oro o d'argento coniata a Palermo nel 1732-1733, avente sul rovescio la morte della fenice. 4 Genere di palme a cui appartiene anche la palma da datteri. 
Araba fenice 
Locuzione usata per la prima volta dal Metastasio, attualmente usata per indicare persone o cose di cui tutti parlano, ma che nessuno ha mai visto. 
Fenìce (astronomia) Costellazione scoperta da J. Bayer nel 1603, difficilmente osservabile dalle latitudini italiane, in quanto coperta dall'orizzonte; si trova nell'emisfero celeste australe. 
Fenìce (teatro) L'ultimo di otto teatri lirici costruiti a Venezia dal 1637. Inaugurato nel 1792, fu distrutto quasi completamente da un incendio nel 1995. 
Fenìce (teatro) L'ultimo di otto teatri lirici costruiti a Venezia dal 1637. Inaugurato nel 1792, fu distrutto quasi completamente da un incendio nel 1995. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)