Enciclopedia

fìglia, sf. 1 Individuo di sesso femminile rispetto ai genitori. 2 Generata. ~ nata. 3 Tagliando di un bollettario destinato a essere tagliato e consegnato quale ricevuta. 
Figlia del capitano, La Romanzo di A. Puskin (1836). Sullo sfondo della rivolta cosacca di Pugacëv (1773-1774), l'opera racconta le avventure del giovane alfiere Andreic Grinëv nel viaggio di trasferimento e poi nel servizio alla fortezza russa di Orenburg. Gli avvenimenti precipitano quando i ribelli cosacchi si impadroniscono della fortezza: Grinëv viene risparmiato ma viene subito arrestato dai con l'accusa di collusione con i rivoltosi. Masa, figlia del capitano Mironov, il comandante ucciso dai cosacchi, ottiene la grazia rivolgendosi direttamente all'imperatrice Caterina II. 
Figlia del Mago, La Giocodramma melodioso in due atti di L. Ferrero, libretto di M. Ravasini (Montepulciano, 1981). 
Figlia del reggimento, La Melodramma in due atti di G. Donizetti, libretto di J. H. Bernoy de Saint-George e J. F. Bayard (Parigi, 1840). 
Figlia del vento, La Film drammatico, americano (1938). Regia di William Wyler. Interpreti: Bette Davis, George Brent, Henry Fonda. Titolo originale: Jezebel 
Figlia di Celestina, La Romanzo di A. J. de Salas Barbadillo (1612). 
Figlia di Jorio, La Tragedia in 3 atti di G. D'Annunzio (1904). Definita dall'autore una tragedia pastorale, narra, senza riferimenti temporali, una vicenda drammatica ambientata in un Abruzzo primitivo, barbarico e superstizioso dove il padre è anche padrone dei figli e ritiene di avere tutti i diritti. Il giovane Aligi non accetta l'assetto immobile della società agricola e patriarcale. Anche Mila di Codro, la figlia di Jorio, maga e prostituta, è fuori delle regole e perciò perseguitata dal gruppo. Mila accetterà nobilmente di sacrificarsi al posto di Aligi, l'unico che l'ha difesa. D'Annunzio utilizza un linguaggio tendente all'arcaico che non manca di suggestione per l'aderenza al soggetto. 
figliàre, v. tr. 1 Detto di animali, fare figli. ~ partorire. 2 Provocare un effetto. ~ causare. 
figliàstro, sm. Figlio di altro letto del coniuge. 
figliàta, sf. L'insieme dei piccoli di un animale nati dallo stesso parto. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)