Enciclopedia

ganàscia, sf. (pl.-sce) 1 La mascella di un animale. ~ mandibola. 2 Elemento mobile di un organo che ha la funzione di afferrare. ~ morsa, ceppo. ganascia dei freni, utilizzata per esercitare attrito sulle ruote e rendere difficile il movimento. 
ganascìno, sm. L'effetto di stringere la guancia tra l'indice e il pollice. 
Gance, Abel (Parigi 1889-1981) Regista, attore e produttore francese, fu l'ideatore dello schermo triplo precursore del cinemascope. Tra la sua filmografia, Mater dolorosa (1917), Napoleone (1927), La fine del mondo (1931), Il romanzo di un giovane povero (1935), Paradiso perduto (1939), Cyrano contro D'Artagnan (1963). 
gàncio, sm. 1 Attrezzo metallico ricurvo, usato per appendere. ~ uncino. 2 Colpo vibrato con il braccio piegato ad angolo retto. ~ montante, uppercut. 
Gand Città del Belgio (233.000 ab.), capoluogo della provincia della Fiandra orientale, alla confluenza del fiume Lys con la Schelda. È collegata al mare del Nord tramite due canali. Importante centro industriale, annovera industrie meccaniche, chimiche, della gomma, alimentari e tessili. Capitale culturale della Fiandra, sede di un'importante università. Fondata in epoca romana con il nome di Ganda, ebbe importanza e prosperità nel X sec., grazie all'industria del panno che prosperò alimentata dalle importazioni di lana dall'Inghilterra. Nel 1385 fu annessa alla Borgogna; passata in seguito agli Asburgo lottò strenuamente per difendere la propria autonomia comunale. Aderì alla riforma (1576), si oppose alla Spagna, ma fu sconfitta da Alessandro Farnese. Decaduta economicamente, rifiorì sotto il dominio napoleonico con l'introduzione della filatura meccanica del cotone e con la costruzione dei canali che la collegano al mare. Il centro storico sorge su alcune isole fluviali, ha numerosi edifici medievali, il castello dei Conti (XII sec.), la cattedrale di San Bavone, le chiese di San Nicola e di San Giacomo, il Municipio e il Museo di Belle Arti. 
Pacificazione di Gand 
Patto di alleanza firmato nel 1576 dai cattolici e dai protestanti, uniti nella lotta contro gli spagnoli. 
gànda, sf. 1 Accumulo di pietre che si sono staccate da pareti rocciose, tipico della Lombardia. 2 Solco situato su superfici calcaree che dà luogo a un campo carreggiato. 
Gandak Fiume (684 km) dell'Asia, nasce dall'Himalaya e confluisce nel Gange. 
Gandellìno Comune in provincia di Bergamo (1.044 ab., CAP 24020, TEL. 0346). 
Gandhara Nome storico della regione compresa tra l'Afghanistan sudorientale e il Pakistan settentrionale, tra l'Indo e il Kabul. Ebbe notevole importanza dopo la spedizione di Alessandro Magno (327 a. C.) in quanto si sviluppò una grande civiltà, tramite culturale e commerciale tra la civiltà ellenistico romana e quella indiano buddhistica. 
Arte del Gandhara 
Arte fiorita tra la fine del I a. C. e il VII sec. d. C. sviluppatasi sotto la dinastia Kushana, fonde forme ellenistico romane a elementi decorativi partici sotto l'influsso della tradizione buddhista. 
Gandhi Film biografico, britannico (1982). Regia di Richard Attenborough. Interpreti: Ben Kingsley, Edward Forx, Candice Bergen. Titolo originale: Gandhi 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)