Enciclopedia

garganèlla, sf. Solo nella locuzione bere a garganella, senza portate il recipiente alle labbra. 
Gargàno Promontorio del basso Adriatico, in provincia di Foggia, costituito da un massiccio calcareo, con morfologia carsica (monte Calvo, 1056 m). Con il Tavoliere e la foce dell'Ofanto forma il golfo di Manfredonia. La costa è alta e rocciosa a esclusione del versante settentrionale, in corrispondenza dei laghi di Lesina e di Varano. Vetta più elevata è il monte Calvo. Ricco di boschi all'interno (foresta umbra), ha coltivazioni di olivi, agrumi, viti, grano, frutteti lungo la fascia costiera. Turismo balneare estivo nelle principali località, Rodi Garganico, Cagnano Varano, Peschici, Vieste, Monte Sant'Angelo, San Marco in Lamis. Altri centri, Vico del Gargano e San Giovanni Rotondo. Quest'ultima è famosa perché sede del convento dove soggiornò e morì Padre Pio da Pietrelcina. 
Gargantua Opera in due atti di A. Cirghi, libretto di A. Frassinetti (Torino, 1894). 
Gargantua Opera in due atti di A. Cirghi, libretto di A. Frassinetti (Torino, 1894). 
gargantuésco, agg. (pl. m.-chi) 1 Relativo, di Gargantua. 2 Simile a Gargantua. 
gargarìsmo, sm. 1 Terapia delle malattie della bocca e della gola, consistente nel far gorgogliare in gola una soluzione medicamentosa. ~ sciacquo. 2 Tale soluzione medicamentosa. ~ collutorio. 
gargarizzàre, v. tr. 1 Fare i gargarismi. 2 Gorgheggiare malamente. 
gargaròzzo, sm. Gola. 
Gargazzóne (in ted. Gargazon) Comune in provincia di Bolzano (1.140 ab., CAP 39010, TEL. 0473). 
Gargnàno Comune in provincia di Brescia (3.211 ab., CAP 25084, TEL. 0365). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)