Enciclopedia

gàtta, sf. 1 La femmina del gatto. prendere una bella gatta da pelare, assumere degli oneri pesanti. 2 Dispositivo di chiusura delle cubie per impedire all'acqua del mare di scorrere sul ponte delle navi. 
Gatta inglese, La Storia in due atti per cantanti di H. W. Henze, libretto di E. Bond (Schwetzinghen, 1983). 
Gatta sul tetto che scotta, La Dramma di T. Williams (1955). 
Gatta, La Romanzo di S. G. Colette (1933). 
gattabùia, sf. Prigione. ~ galera. 
gattaiòla, sf. 1 Buco che si fa nella parte inferiore degli usci per farvi passare un gatto. ~ sportellino. 2 Scappatoia. ~ pertugio. 
Gattamelàta (Narni 1370 ca.-Padova 1443) Erasmo da Narni detto il capitano di ventura. Fu al servizio dello stato pontificio dal 1427 al 1434; passò al servizio dei veneziani nel 1434 e, nominato capitano, ne comandò le truppe combattendo contro i Visconti. Nella piazza del Santo, a Padova, si erge la sua celebre statua equestre, costruita da Donatello nel 1453. 
gattamòrta, o gàtta mòrta, sf. (pl. gattemòrte) 1 Persona che, sotto una apparenza tranquilla, dissimula un carattere malvagio. ~ ipocrita. 2 Acqua cheta. ~ sornione. 
Gattàtico Comune in provincia di Reggio Emilia (4.835 ab., CAP 42043, TEL. 0522). 
gatteggiaménto, sm. 1 Particolare luminosità della pupilla, propria dei felini. 2 Proprietà che possiedono alcuni minerali, come il rubino, di emanare riflessi mobili. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)