Novità del sito: Elezioni politiche, i candidati (con relativo curriculum) del tuo collegio

Enciclopedia

genètica, sf. Branca delle scienze biologiche che studia le modalità di trasmissione dei caratteri ereditari da individui di una generazione ai loro figli, attraverso le informazioni contenute nei geni e trasmesse durante i processi di riproduzione. Creatore della genetica è da considerarsi Gregor Mendel (1866), le cui leggi riguardano l'unione tra individui della stessa specie che si differenziano per uno o più caratteri; ciò sarebbe dovuto ai geni, portati dai cromosomi e contenuti nelle cellule sessuali, che sono responsabili nella determinazione di un certo aspetto (allelo) di un carattere che viene ereditato dai discendenti. Dei due alleli dello stesso carattere, uno può trovare manifestazione nel fenotipo del discendente (allelo dominante), l'altro non compare (allelo recessivo), oppure si può avere un'eredità intermedia. Gli elementi dell'ereditarietà furono via via definiti, prima da Weismann (1892), poi da Sutton e infine da De Vries (1900) che scoprì le mutazioni. Gli studi genetici hanno compiuto notevoli passi in avanti, soprattutto in seguito alla scoperta della struttura del DNA, avvenuta nel 1953 a opera di Watson e Crick. La genetica ha consentito di migliorare culture e allevamenti; nel campo vegetale si è arrivati alla produzione di individui con corredo cromosomico multiplo (poliploidi) molto più resistenti degli individui normali. 
geneticaménte, avv. Per quanto riguarda la genetica. 
genètico, agg. (pl. m.-ci) 1 Relativo alla genetica. ~ genico. ingegneria genetica. 2 Ereditario. ~ congenito. <> acquisito, indotto. quel male era di origine genetica. 3 Relativo alla genesi. 
genetìsta, sm. e sf. (pl. m.-i) Studioso di genetica. 
genetlìaco, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. Attinente alla nascita di qualche cosa. 
sm. Anniversario della nascita. ~ compleanno, natalizio. 
genétta, sf. Mammifero (Genetta genetta) della famiglia dei Viverridi e dell'ordine dei Carnivori. Di colore giallo-grigiastro, vive nelle zone collinari dell'Europa occidentale. Si apposta in attesa delle prede appiattendosi. 
Gènga Comune in provincia di Ancona (1.984 ab., CAP 60040, TEL. 0732). 
Gengis Khan (1155 o 1167-1227) Condottiero mongolo il cui vero nome era Temucin. Fondò l'impero mongolo. Figlio di un capo tribù di nomadi della Mongolia orientale. Si unì al clan Kerait ma grazie alla sua crudeltà e astuzia, riuscì a imporre la sua dominazione su tutte le tribù mongole, arrivando a farsi riconoscere capo supremo con il nome di Gengis Khan, dall'assemblea dei khan. Cominciò quindi l'espansione mongola, basata su un'esercito razziatore e invincibile in battaglia. Sconfisse i tartari (1206). Dominò le popolazioni del regno Hsi-Hsia, quelle buriate e kirghise; conquistò la Cina nel 1211 e Pechino nel 1215 dopo un lungo assedio. Si spinse fino al Dnepr per assogettare la Russia; affrontò l'impero turco, esteso dalla Persia all'Afghanistan (1218-1225). Il suo esercito, guidato dai suoi luogotenenti Sübötei e Gebe, riuscì a sconfiggere il principe di Kiev e quelli ucraini. Nel 1225 tornò in Mongolia dove dovette combattere contro l'esercito del regno Hsi-Hsia unito a quelli di Tibet, Cina e Turchia che riuscì a sconfiggere, ma ferito, morì nella provincia di Kansu, lasciando un impero che fu poi diviso fra i suoi figli. Conquistatore leggendario, viene ricordato per la sua ferocia e crudeltà. 
gengiva, sf. Parte della mucosa boccale che ricopre le arcate dentarie e circonda i colletti dei denti con un cercine spesso e resistente che non presenta soluzione di continuità con la restante mucosa orale; di colore variabile dal rosa al rosso, è molto ricca di vasi sangugni. Può essere affetta da episodi infiammatori (gengiviti) provocati da cause diverse, per lo più concomitanti, come l'eccesso di tartaro, il tabagismo e l'uso di determinati farmaci. Caratterizzata da arrossamenti e gonfiore, la gengivite può produrre emorragie e difficoltà nella masticazione. Nella fase iniziale può essere curata con la somministrazione di vitamina C e l'uso di adeguati colluttori. Le forme più avanzate possono richiedere l'intervento chirurgico. 
gengivàle, agg. Della gengiva. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)